Si chiude un'epoca per Rete 4 e Mediaset: nella notte dell'8 luglio, all'1.35, è andato in onda l'ultimo annuncio di Emanuela Folliero, lo storico volto del quarto canale, l'ultima "signorina Buonasera", per prendere in prestito il celebre nomignolo dato alle annunciatrici Rai. Un saluto senza addii né lacrime, quello della Folliero: "Vi ringrazio per avere seguito i programmi della nostra rete. Vi auguro una felice notte, un'estate meravigliosa e una vita piena di gioia. Ciao a tutti". In vista della rivoluzione che sarà messa in atto su Rete 4 dalla prossima stagione, l'azienda televisiva ha definitivamente pensionato una figura già scomparsa da Canale 5 (nel 2005), Italia 1 (nel 2002) e dalla Rai (nel 2016).

Emanuela Folliero, la carriera del volto simbolo di Rete 4

Classe 1965, la Folliero ha iniziato a lavorare come annunciatrice dei programmi di Rete 4 nel lontano 1990 (subentrando a Cinzia Lenzi), dunque per ben 28 anni.  Ha svolto occasionalmente annunci anche per Canale 5 e Italia 1 e in questo lungo periodo ha anche presentato la rubrica I Bellissimi di Rete 4. La sua carriera è stata però eclettica e variegata, dal magazine musicale Top Venti a Sfilata d'amore e moda al più recente talent Tra sogno e realtà, senza dimenticare, in particolare, la conduzione di Ok, il prezzo è giusto! nel 1999, per sostituire Iva Zanicchi (allora impegnata in politica) e quella di Stranamore al fianco di Alberto Castagna. Ha anche recitato nel film Merry Christmas, nella fiction R.I.S. – Delitti imperfetti e nella sitcom Così fan tutte.

I prossimi progetti di Emanuela Folliero

Il percorso della Folliero a Rete 4 non si arresta. Secondo il sito davidemaggio.it, dovrebbe condurre una nuova rubrica quotidiana incentrata sulla salute e il benessere. Un incarico a lei congeniale, dal momento che sulla stessa rete ha già presentato diversi programmi dedicati all'argomento.

La rivoluzione di Rete 4

Alla presentazione dei palinsesti 2018-19 di Mediaset, è apparso chiaro come Rete 4 sarà il canale interessato dai maggiori cambiamenti nella prossima stagione. Lo dimostrano l'ingresso di Roberto Giacobbo con un programma divulgativo, il passaggio di Piero Chiambretti, e nuove produzioni di Nicola Porro e Gerardo Greco, che andranno ad affiancare il successo assodato di Quarto Grado.