15 Maggio 2012
22:19

Elio Germano e il linguaggio della camorra di Saviano

Un’introduzione recitata quella dell’attore Elio Germano che interpreta una lettera della camorra a Quello che (non) ho. La spiegazione del suo significato di Roberto Saviano.
A cura di Laura Balbi

Seconda puntata di Quello che (non) ho, che in apertura di serata propone Elio Germano, che anziché recitare offre un interessante spunto sul significato di parole insolite. Sono le parole usate dalla camorra, che Germano legge in una lettera tutta da interpretare inviata in carcere al boss Michele Zagaria. La lettura dell’attore romano fa da apripista al primo intervento di Roberto Saviano, che ritorna su una delle questioni su cui ha maggiormente sensibilizzato il pubblico. Lo scrittore casalese spiega che “la conserva di casa” nel linguaggio criptico delle organizzazioni sono le regole dell’organizzazione stessa. Mentre invece si parla di dominio sul mercato ortofrutticolo quando nella lettera si parla di “una macchina piena di frutta fresca”.

La semiotica della camorra procede quando si parla di “teatro”, termine attribuito al parlamento, e di “norma” riferendosi a seconda delle interpretazioni, alla legislatura parlamentare – e quindi a un onorevole che ha promesso fede alla camorra fino alla fine di essa – oppure alle regole interne dell’organizzazione. Due attori interpretano un boss in carcere e la moglie che va a trovarlo. Il dialogo tra i due è apparentemente innocuo; ma imparando il linguaggio della camorra si scoprono dettagli raccapriccianti. Durante la loro permanenza in carcere, quando sanno di essere blindati e ripresi, i boss comunicano con le proprie mogli in codice, ordinando omicidi, e informandosi sulle sorti del clan in loro assenza. “Riappropriamoci delle parole che ci sono state usurpate dalla camorra.” Suggerisce Saviano alla fine del suo intervento.

La Magnifica Presenza di Ozpetek è Elio Germano
La Magnifica Presenza di Ozpetek è Elio Germano
Saviano racconta la Strage di Beslan
Saviano racconta la Strage di Beslan
Quello che (non) ho è il nuovo show di Fazio e Saviano su La7
Quello che (non) ho è il nuovo show di Fazio e Saviano su La7
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni