Dopo essersela presa con Pamela Prati, Eliana Michelazzo entra in studio a "Live – Non è la D'Urso" con la faccia della vittima. Piange e trema, rivela che Simone Coppi non è mai esistito e punta apertamente il dito contro Pamela Perricciolo che, stando a quanto dichiarato dalla Michelazzo, non gli permetteva di vedere altri uomini per restare fedele a lui, nonostante non lo avesse mai visto.

Eliana Michelazzo e i presunti video privati

Non è tutto. Perché Eliana Michelazzo conferma di aver fatto l'amore virtualmente con Simone Coppi per dieci anni: "Facevo l'amore su Messenger virtualmente. Poi su Whatsapp. Ci sono i video". Ci sarebbero anche dei video privati che sarebbero conservati da chi gestiva il sistema, la presunta truffa della quale Eliana sarebbe quindi una vittima. Ma è un castello di carte troppo fumoso per reggere. È possibile che Eliana Michelazzo sia stata davvero una vittima di questo sistema? Perché per dieci anni ha retto il gioco? Perché anche sui social network ha continuato a raccontare e a tessere gli step successivi di una relazione che in realtà non c'è mai stata?

Troppe domande senza risposta

A queste domande, la risposta esauriente non c'è. Eliana Michelazzo continua a dire di essere una vittima. Quando Barbara D'Urso mostra un video di capodanno pubblicato dal profilo di Simone Coppi che mostra Eliana Michelazzo festeggiare, la conduttrice chiede chi abbia girato quel video. Lei risponde: "Pamela Prati ha girato quel video". Poi quel video è stato pubblicato sul profilo di Simone Coppi. La Michelazzo poi abbozza un malore e confessa:

Io ho solo bisogno di un medico. Ho creduto a questa storia di Pamela Prati, poi ho scoperto con vari tasselli che anche Simone non c'era. Io avevo una famiglia virtuale e nessuno lo può capire

Ma questa è solo un'altra puntata di "Live – Non è la D'Urso" in cui la verità non affiora, solo un grande punto interrogativo su quando questa torre di bugie crolli definitivamente. Le risposte che Eliana Michelazzo dà a Barbara D'Urso non convincono nemmeno il pubblico presente in studio, al punto che più volte la conduttrice è costretta a fermarsi per mantenere l'ordine.