182 CONDIVISIONI
Verissimo 2020/2021

Elettra Lamborghini: “Il primo appuntamento con Afrojack? Un disastro. Voglio un figlio ma ho paura”

La cantante è apparsa come ospite a Verissimo per raccontare il suo matrimonio con Nick van de Wall, tra aneddoti e rivelazioni sulla nascita del loro amore: “Alla nostra prima uscita mi portò fuori con una macchina che non era una Lamborghini e ha tirato sotto un porcospino”. Riguardo all’idea di diventare mamma: “Per ora è presto, sono più aperta all’adozione”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Valeria Morini
182 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Verissimo 2020/2021

Elettra Lamborghini è stata ospite di Verissimo nella puntata di sabato 8 ottobre, per raccontare il suo matrimonio con Afrojack, l'evento vip dell'anno le cui immagini hanno fatto il giro dei media e del web. Intervistata da Silvia Toffanin, la simpatica cantante bolognese ha svelato alcuni aneddoti sulle nozze e sul amore con il deejay olandese che lei chiama semplicemente Nick (Nick van de Wall è il suo vero nome: "Odio chi lo chiama Afrojack").

Com'è nato l'amore tra Elettra Lamborghini e Afrojack

La Lamborghini ha spiegato di aver conosciuto il deejay anni a Treviso a un Festival. Per lui fu un colpo di fulmine e che dopo le presentazioni Nick fece di tutto per rivederla. Lei, invece, fu molto restia e il primo appuntamento fu, letteralmente, "un disastro".

Io ero interessata, ma non ci credevo, è passato un mese prima che ci vedessimo. Non so neanche come è successo. La prima uscita è stata di lavoro, sono andata in Olanda a casa sua e sembrava proprio una sessione in studio: è stata un disastro. Io non ammazzo neppure i mosquitos, lui mi ha portato fuori con una macchina che non era una Lamborghini, quindi male malissimo, e ha tirato sotto un porcospino! Io ho pensato: "Vai alla grande bello". E poi invece…. proprio perché è stato un disastro… Il primo bacio quella sera? No no. Io non gliel'ho data, è la mia carta vincente. Non datela! Ho messo le cose in chiaro: se mi baci vuol dire che siamo fidanzati.

L'emozione e le lacrime al matrimonio

Oggi, Nick è il suo "migliore amico": Elettra l'ha definito un ragazzo "dolcissimo" con cui non ci sono mai stati litigi pesanti. Il segreto del loro amore è lasciare ognuno spazio all'altro e parlarsi quando ci sono piccole incomprensioni. Con la sua consueta verve, ha ricordato emozionata il giorno delle nozze:

Ci ho lasciato quasi le penne con questo matrimonio. Ho perso un sacco di chili, per il colesterolo va bene anche se a me piacciono le mie curve. La cerimonia è stata in inglese, non mi ricordo neppure cosa ho detto. Quanti litri di lacrime ho versato. Lui è un gigante buono, non è uno di quegli scemi che guarda le altre. Io voglio una persona che, se tra 60 anni il mio sedere non sarà come adesso, sarà ancora al mio fianco. Mio papà ha detto che è stato il matrimonio più bello che ha visto. Tutti hanno pianto, persino il futuro marito di Simona Ventura! Sono stata me stessa, come sempre. Io non sono quella che va sempre con le chiappe di fuori, lo faccio solo negli show! Vedere il mio papà piangere, mia nonna di 92 anni che ha attaccato una tomella a Simona Ventura, che poi l'ha fatta ballare, è stato bello per me ma anche per la mia famiglia.

L'idea di avere un figlio

Alla domanda su dove vivranno, la Lamborghini ha spiegato che la base al momento sarà l'Italia, ma non solo: "Abbiamo preso casa in Lombardia, però mi piace tanto anche il Belgio. Vedremo anche se avremo figli". Elettra accarezza il sogno di diventare mamma, ma al momento l'idea la terrorizza:

Adesso è presto, io voglio essere una mamma molto presente. Non lascerò mai il lavoro, penso che potrei morire se non ballo, non canto. Farò tutte e due le cose ma ho tanta tanta paura. Un figlio nato da me mi fa tanta paura, forse sento più mia l'idea di adottare un bambino

182 CONDIVISIONI
425 contenuti su questa storia
Anna Safroncik: "Ho riabbracciato mio padre fuggito da Kiev, il momento più bello della mia vita"
Anna Safroncik: "Ho riabbracciato mio padre fuggito da Kiev, il momento più bello della mia vita"
Manuel Bortuzzo: "Provo pietà per i miei aggressori. Lulù? Mi manca, sono innamorato di lei"
Manuel Bortuzzo: "Provo pietà per i miei aggressori. Lulù? Mi manca, sono innamorato di lei"
Me contro te, Luì e Sofì: "Ci sposiamo. La data del matrimonio? Tra un anno"
Me contro te, Luì e Sofì: "Ci sposiamo. La data del matrimonio? Tra un anno"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni