Elena Sofia Ricci tornerà nei panni di Suor Angela in Che Dio ci aiuti, la cui quinta stagione prenderà il via giovedì 10 gennaio. L'attrice è apparsa come ospite di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, e, ai microfoni dei conduttori Giorgio Lauro e Geppi Cucciari, ha lanciato qualche frecciatina politica destinata a risultare poco gradita al governo. Sulla simpatica monaca decisamente anticonformista che interpreta dal 2011, non ha dubbi:

Suor Angela starebbe all'opposizione, è progressista. Se sarebbe a favore dell'accoglienza dei migranti? Certo, sì.

Elena Sofia Ricci e la politica

Non è difficile immaginare una suor Angela pasionaria pronta a manifestare contro Matteo Salvini. Per quel che riguarda le opinioni politiche personali, l'attrice è decisamente più diplomatica: “A volte abbiamo guardato troppo il dito che indicava la luna e non la luna stessa. Penso che il governo precedente avesse molte persone di grandissimo valore che stavano facendo bene, c'era moltissima gente in gamba. Sicuramente ci sono anche in questo governo, certo”.

La confessione sugli abusi subiti a 12 anni

Recentemente, la Ricci ha suscitato molto scalpore per l'inattesa confessione sugli abusi subiti a 12 anni. Fu vittima di un'aggressione pedofila da parte di un amico di famiglia con cui era in vacanza. L'attrice ha mantenuto il silenzio per tutto questo tempo per non dare un dolore alla madre (venuta a mancare proprio durante le riprese di Che Dio ci aiuti), dal momento che fu lei a "consegnarla", del tutto inconsapevolmente, al carnefice. L'uomo, mai denunciato dalla Ricci, è stato poi arrestato per altri crimini analoghi.

Che Dio ci aiuti 5 in onda dal 10 gennaio

Che Dio ci aiuti 5 andrà in onda con 20 nuovi episodi. Nel cast, oltre alla Ricci, vedremo Valeria Fabrizi, Francesca Chillemi, Cristiano Caccamo, Gianmarco Saurino, Laura Adriani, Matilde e Margherita Manfredi, Simonetta Columbu. Qui le anticipazioni della prima puntata.