18 Aprile 2013
10:10

Eelst e il Complesso del Primo Maggio a Le Invasioni Barbariche (VIDEO)

Elio e le Storie Tese si esibiscono ne “Il Complesso del Primo Maggio” in diretta nell’ultima puntata de “Le Invasioni Barbariche”.
Elio e le Storie Tese si esibiscono ne "Il Complesso del Primo Maggio" in diretta nell'ultima puntata de "Le Invasioni Barbariche".

Durante l'ultima puntata de Le Invasioni Barbariche, andata in onda ieri, è andata in scena la controversa canzone Il Complesso del Primo Maggio, singolo che apre la strada al nuovo disco di inediti degli Elio e le Storie Tese. Alla canzone ha fatto seguito una lunga intervista della band, che ha rivelato che non tutti l'hanno presa proprio bene. La canzone prende mira, infatti, gli stereotipi che ruotano intorno al grande Concertone organizzato dai sindacati dei lavoratori e, oltre a chiari riferimenti ad alcune band cosiddette "antagoniste", vengono menzionati Davide Van Der Sfroos, i Linea 77 e Goran Bregovic. La band, che probabilmente parteciperà proprio alla prossima edizione del Concerto del Primo Maggio, ha preso anche posizione sull'esclusione di Fabri Fibra: "E' un caso eclatante di censura e noi siamo contrari ad ogni tipo di censura". Nel 1991 il gruppo venne censurato al Concerto del Primo Maggio, dopo che eseguirono un testo che attaccava il malcostume della classe politica, all'insaputa di tutti. Vennero menzionati da Giulio Andreotti a Francesco Cossiga, da Giuseppe Ciarrapico a Remo Gaspari, mentre stavano eseguendo il pezzo, noto poi come Sabbiature (Ti Amo), i funzionari della Rai intervennero sul palco e le telecamere staccarono su Vincenzo Mollica che intervistava Ricky Gianco.

Il Complesso del Primo Maggio, gli Eelst sono dei geni
Il Complesso del Primo Maggio, gli Eelst sono dei geni
Arisa a Le Invasioni Barbariche:
Arisa a Le Invasioni Barbariche: "Il successo me lo aspettavo diverso"
54.515 di Spettacolo Fanpage
Le Invasioni Barbariche e la
Le Invasioni Barbariche e la "formula vincente" delle Bignardi-interviste
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni