"Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano". Come l'amore che il pubblico americano ha per Eddie Murphy, ritornato sulla cresta dell'onda dopo il successo del film Netflix "Dolemite is my name" per il quale è candidato come miglior attore comico ai Golden Globe 2020. L'attore è ritornato al "Saturday Night Live", lo storico show della NBC e ha fatto registrare un'impennata di ascolti come non si vedeva da più di due anni. Una serata storica con un cast di stelle della comicità afroamericana: Tracy Morgan, Dave Chapelle, Chris Rock e per la musica, Lizzo, cantante dell'anno per Time.

Il monologo di Eddie Muphy

Erano trentacinque anni che l'attore americano mancava dallo show che lo ha visto grande protagonista negli anni '90. L'ultima esibizione di Eddie Murphy per il "Saturday Night Live" è datata 15 dicembre 1984. Quattro stagioni, dal 1980 al 1984, per affermarsi nel mondo del cinema e della commedia americana. Eddie Murphy ha ironizzato sulla "gentrificazione":

È un gioco di prestigio. I bianchi pagano molti soldi e poi, pouf, tutti i neri scompaiono.

La battuta su Bill Cosby

Nel corso della serata, Eddie Murphy ha anche attaccato Bill Cosby, condannato per violenza sessuale. La battuta è scattate prendendo spunto da come si cambiata la sua vita dal 1984 a oggi:

Ho dieci figli adesso, undici se conti Kevin Hart. Se mi avessi detto 30 anni fa che sarei diventato questo noioso papà casalingo e che Bill Cosby sarebbe finito in prigione, io stesso avrei accettato la scommessa. Chi è adesso il papà d'America?

La battuta di Eddie Murphy ha infastidito Bill Cosby che attraverso il suo portavoce Andrew Wyatt ha fatto sapere: "Il signor Cosby ha infranto le barriere di colore nell’industria dello spettacolo, in modo che neri come Eddie Murphy, Dave Chappelle, Kevin Hart e altri, abbiano avuto l’opportunità di mostrare il loro talento per molte generazioni a venire. È triste che il signor Murphy abbia preso questo glorioso momento di ritorno a SNL per fare commenti denigratori contro il signor Cosby".