De Ligt, Ramsey e Rabiot: questa è la prima mano che i bianconeri giocano proprio all’apertura di questa nuova partita d’assi di serie A. E per aggiungere al danno la beffa, ecco che le avversarie della Vecchia Signora devono anche patire lo scotto che due di questi acquisti sono avvenuti pure a parametro zero; e non si tratta di giocatori bolliti o stravecchi, ma un ventiquattrenne (Rabiot) e un ventottenne (Ramsey) al culmine della loro carriera. Del resto se inanelli 8 vittorie consecutive nel massimo campionato italiano, è ovvio che parti davanti a tutti in fase di… corteggiamento. E le altre squadre sono rimaste a guardare? Sebbene il calciomercato, a oggi, non sia entrato ancora nel vivo e si stiano ancora attendendo i grandi botti soprattutto per Juve e Napoli, qualche acquisto di livello si è già formalizzato. Passiamo in rassegna le pretendenti al titolo, stella per stella.

Juventus

Del trio che andrà a rafforzare difesa (l’olandese Matthijs De Ligt, uno dei prospetti più interessanti a livello mondiale) e centrocampo (il gallese Aaron Ramsey, atteso alla definitiva conferma, dopo qualche fermata ai box di troppo, e la stellina Adrien Rabiot) si è già detto. Si segnala anche il ritorno di Gigi Buffon e di Higuain (incerto, a oggi, il suo destino) e l’arrivo di un giovane promettente in difesa come il turco Merih Demiral dal Sassuolo.

Napoli

Davvero ancora imballata la sessione di calciomercato per la squadra campana. In entrata si registrano solo rinforzi per la difesa (Manolas dalla Roma e Di Lorenzo dall’Empoli) e per il centrocampo (il macedone Eljif Elmas). Ben più lunga la lista dei nomi in trattativa, con James Rodriguez e Maurito Icardi, protagonisti più di telenovele che di trattative di calciomercato. Il tempo sarà galantuomo?

Inter

Nonostante il mercato della squadra meneghina sia ancora piuttosto in alto mare, in perenne attesa di una fumata bianca sul fronte Lukaku, non bisogna assolutamente sottovalutare l’altissimo profilo di nomi già agli ordini del nuovo allenatore Antonio Conte, forse la vera nuova stella dei neroazzurri: il capitano della nazionale uruguaiana, il roccioso difensore Diego Godìn, non propriamente giovanissimo (33 anni) ma di sicura affidabilità, e i due pilastri del centrocampo dell’attuale nazionale italiana, Sensi e Barella. Davvero niente male.

Milan

I cugini rossoneri vivono l’ennesima rifondazione, stavolta sotto lo sguardo attento di Marco Giampaolo, il nuovo tecnico che sta coordinandosi con Boban e Maldini per avere al più presto ai suoi ordini un mix di calciatori giovani ed esperti funzionali al suo proverbiale 4-3-1-2 che beffardamente tanto sarebbe piaciuto a Berlusconi. Alla corte di Giampaolo finora sono arrivati nomi poco altisonanti ma davvero interessanti e, come si suol dire in questi casi, “di prospettiva”: gli ex empolesi Ismaeël Bennacer, fresco campione d’Africa con l’Algeria ed eletto miglior giocatore della competizione, e Rade Krunić, a impreziosire un centrocampo completamente rifondato, nonché il tanto promettente quanto turbolento terzino Theo Hernandez, già infortunato come vuole la recente tradizione rossonera, e la giovane punta portoghese Rafel Leão. E proprio dall’infermeria ogni anno arrivano i veri nuovi acquisti rossoneri: quest’anno è la volta del redivivo Bonaventura, mentre sembra ci sia ancora da attendere per gli ex atalantini Conti (recuperato ma non ancora “lui”) e Caldara.

Roma

Ancora sottotono il mercato giallorosso, che tuttavia registra in entrata nomi interessanti come il francese Jordan Veretout, strappato al Milan dalla Fiorentina dopo un lungo tira e molla, il ventitreenne centrale goleador Gianluca Mancini, prelevato dall’Atalanta, il giovane possente centrocampista Amadou Diawara prelevato dal Napoli e il tuttofare della fascia sinistra Leonardo Spinazzola, in cerca di spazio dopo un’annata in bianconero avara di soddisfazioni.

Lazio

Acque chete pure in casa Lazio che, come del resto ci ha abituato, punta in entrata a nomi tutti da scoprire: dai difensori Ndrecka (dal Chievo) e Vavro (dal Copenaghen) ai centrocampisti Kiyine (sempre dal Chievo) e Jony (dal Malaga). Avrà ragione anche stavolta?

Tante novità, molti interrogativi, un’unica certezza: le dirette in streaming

Se i tifosi ancora attendono di capire in questi giorni che stagione li attende, possono almeno puntare su una certezza: grazie a NOW TV, il servizio in streaming che offre tutto lo spettacolo del calcio e dello sport di Sky con offerte flessibili e adatte a ogni esigenza, potranno seguire su qualsiasi device (NOW TV Smart Stick, Smart TV, Game Console, PC, Tablet, Smartphone) la Serie A Tim con 7 partite su 10 per ogni turno, oltre alla UEFA Champions League e la UEFA Europa League, la Premier League inglese con 5 partite ogni giornata, la Bundesliga tedesca con 3 partite ogni giornata, e la Serie A femminile con 1 partita ogni giornata.

Sarà un campionato glorioso o sofferto? L’importante è scoprirlo in diretta streaming!