È morto a 84 anni l’attore Pino Caruso, maschera teatrale che aveva recitato con i grandi volti della comicità italiana. L’attore è mancato nella sua casa di Roma dopo alcuni mesi difficili. Stava male da un po’ di tempo ma la moglie Marilisa Ferzetti, anche lei attrice, ha dichiarato che “se ne è andato sereno”. Maschera siciliana, portò in tv le caratteristiche tipiche della sua terra, senza mai scadere nel volgare. Ha lavorato a lungo per il cinema accanto a volti amatissimi dal pubblico quali Franco Franchi, Ciccio Ingrassia e Lando Buzzanca.

La carriera tra teatro e televisione

Dopo il debutto da attore drammatico in Sicilia, Caruso si trasferì a Roma nel 1965 per lavorare con la compagnia del Bagaglino, varietà di Pier Francesco Pingitore. Tre anni dopo fu la Rai a scritturarlo per Che domenica amici. Fu uno dei primi a portare il dialetto siciliano in tv.Sono tanti gli show per la televisione strettamente collegati alla sua figura: da Canzonissima a Fantastico, fino a Portobello e Due come noi, con Ornella Vanoni. Per anni è stato ospite fisso nella Domenica In di Pippo Baudo prima e di Raffaella Carrà poi.

Volto della fiction

A partire dagli anni 2000, agli impegni teatrali e televisivi si aggiunse la volontà di abbracciare il progetto della fiction. A partire dal 2002 fu tra i protagonisti di Carabinieri, L’Onore e il rispetto, Squadra Antimafia e Solo. Numerosi anche i suoi ruoli al cinema. Tra gli ultimi film per il grande schermo vanno ricordati La matassa, con Ficarra e Picone, Abbraccialo per me e Come inguaiammo il cinema italiano – La vera storia di Franco e Ciccio. Caruso viveva da tempo a Roma ma il suo legame con la Sicilia era rimasto forte. Più volte aveva accettato il ruolo di direttore artistico del Festino di Santa Rosalia. I funerali dell'attore si svolgeranno sabato 9 marzo 2019.