È morto Joe Ruby, sceneggiatore, animatore e produttore esecutivo, creatore di tante serie animate, una su tutte «Scooby Doo». L'artista è scomparso all'età di 87 anni per cause naturali. È morto nella tranquillità della sua casa di Westlake Village, in California, circondato dall'affetto dei suoi parenti. Il nipote, Ben Ruby, ne ha dato annuncio: «Non ha mai smesso di creare e di scrivere, anche quando era molto vecchio».

Chi era Joe Ruby

Joe Ruby, nato il 30 marzo 1933 a Los Angeles, iniziò la sua carriera di animatore presso gli studi della Walt Disney, passò quindi alla Hanna & Barbera. Fu decisivo l'incontro con lo sceneggiatore Ken Spears e nel 1969 entrambi crearono «Scooby Doo! Dove sei tu?», il primo film di quella che è stata una delle più popolari e longeve serie televisive animate. Il progetto doveva avere dei toni leggermente horror, così si avvalsero della collaborazione di Iwao Takamoto, che ideò il cane mascotte del gruppo di giovani investigatori. L'insieme delle varie serie animate di Scooby Doo e dei membri della Mistery Inc. è stata inserita nel Guinness dei primati nell'ottobre del 2004 per essere quella col maggior numero di episodi mai prodotto, un record detenuto in precedenza da I Simpson, che poi hanno riconquistato nel 2015 superando i 500 episodi.

Dopo il successo di Scooby Doo

Joe Ruby curò insieme a Ken Spears la programmazione dei cartoni animati per la CBS. Nel 1977, la coppia aprì lo studio Ruby-Spears Productions, realizzando "Mister T", "Alvin", "Superman", "Centurions", "Turbo Teen", "Thundarr the Barbarian" e "Fangface". La Hanna-Barbera acquisì la Ruby-Spears nel 1981, il catalogo è in capo alla Turner Broadcasting del 1991. Le ristampe degli show di tutta la produzione restano protette da copyright di  Hanna-Barbera Productions.