È morto Harry Hains, star di American Horror Story: aveva 27 anni e problemi di depressione. L'attore australiano, nativo di Melbourne, soffriva di disordini del sonno, depressione e aveva avuto un comportamento autodistruttivo nell'ultimo anno. Aveva partecipato a numerose serie tv: American Horror Story: Hotel, The OA e Sneaky Pete. A confermare la notizia sua madre, l'attrice di "Neighbours" e "Visitors" Jane Badler via Instagram: "Aveva 27 anni e una vita davanti. Sfortunatamente combatteva con problemi di depressione e dipendenza. Era una scintilla luminosa e brillante finita troppo presto. Mi mancherai Harry, ogni giorno della mia vita".

Chi era Harry Hains

Cresciuto a Melbourne, Harry Hains si trasferisce adolescente a New York dove studia recitazione e coltiva la sua passione per la musica. Si trasferisce a Los Angeles, dove diventa famoso anche con lo pseudonimo di "Antiboy", con il quale ha firmato diversi brani musicali. Aveva lavorato nella serie Netflix "The OA" e in quella Amazon Prime Video "Sneaky Pete". Popolare il suo ruolo nella serie di Ryan Murphy, "American Horror Story: Hotel", al fianco di Lady Gaga.

Sua madre era Diana dei Visitors

Harry Hains era il figlio di Jane Badler, la popolarissima Diana dei Visitors. Negli anni '80 era una delle attrici più amate soprattutto dal pubblico italiano, che apprezzò la serie attraverso vere e proprie serate evento in onda su Italia1. Così l'artista ha annunciato la morte di suo figlio:

Il 7 gennaio è morto il mio meraviglioso ragazzo. Aveva 27 anni e una vita davanti. Sfortunatamente è stato sconfitto dalla depressione e dalle dipendenze. Una scintilla brillante che si è spenta troppo presto. Mi mancherai Harry ogni giorno della mia vita.