È morta Esther Scott. A dare la notizia è il tabloid TMZ, che ha riportato le dichiarazioni della famiglia. Nata il 13 aprile del 1953, l'attrice aveva 66 anni. A causare il decesso, avvenuto il 14 febbraio, sarebbe stato un infarto. Secondo quanto riportato, Esther Scott avrebbe avuto un malore martedì 11 febbraio mentre si trovava nella sua casa a Santa Monica. Dopo essere stata trovata priva di sensi dai familiari, sono stati allertati i soccorsi che l'hanno trasportata in ospedale. Venerdì si è spenta. Nel corso della sua lunga carriera, ha preso parte a numerosi film e serie tv, tra cui ‘La ricerca della felicità‘ e ‘Beverly Hills 90210‘.

L'annuncio della famiglia

Al momento della sua morte, Esther Scott era circondata dalla sua famiglia. Shaun, sorella dell'attrice, ha voluto ricordarla su TMZ. Ha raccontato che spesso veniva fermata per strada da chi l'aveva vista sul piccolo o grande schermo però non conosceva il suo nome. Si augura che da oggi in poi, tutti sappiano come si chiamava:

"Amava ciò che faceva. Spesso veniva fermata in strada dalle persone che la riconoscevano, ma non sapevano il suo nome. Spero che ora le persone ricordino il suo nome, il suo lavoro e il contributo che ha dato al mondo dell'intrattenimento".

La carriera di Esther Scott

Esther Scott, sebbene con piccoli ruoli, ha preso parte a oltre 73 film. L'ultimo film a cui ha partecipato risale al 2016. Ha interpretato Bridget Turner nel film diretto da Nate Parker ‘The Birth of a Nation – Il risveglio di un popolo'. Ha partecipato anche alla pellicola di Gabriele Muccino ‘La ricerca della felicità' e a film come ‘Transformers', ‘Gangster Squad' e ‘Dreamgirls'. Ha recitato in serie televisive di successo come ‘Beverly Hills 90210', ‘Hart of Dixie', ‘The Help', ‘Melrose Place', ‘ER' e tante altre.