Sono passati già due anni dall'irruzione della banda de "La casa di carta" nella zecca di Madrid. È il 21 ottobre 2016, nella finzione scenica, quando il gruppo capitanato dal Professore e da Berlino prende possesso della Fábrica Nacional de Moneda y Timbre. È la piattaforma Netflix a ricordarlo, celebrando e riunendo gli attori con una torta a forma di maschera di Salvador Dalì, come quelle utilizzate dal gruppo. Anche l'attore Pedro Alonso lo ha voluto ricordare, lo straordinario interprete del carismatico Berlino, che festeggia così: "Due anni fa entravamo nella zecca. Due anni? Bisogna festeggiare!". Poi precisa: "La banda entra nella Fabbrica il venerdì 21 ottobre 2016". 

La casa di carta, il rinnovo a una terza stagione

La prima messa in onda de "La casa di carta", produzione Netflix, risale al 3 maggio 2017 su Antena3 divisa in due parti. Successivamente, la serie è stata resa disponibile su Netflix a livello mondiale a partire dal 20 dicembre 2017. Netflix ha modificato durata e numero degli episodi, passando da 15 a 22 totali e riducendo gli originali 70-75 minuti in tagli da 40-50 minuti. La seconda parte della prima stagione, ormai considerata da molti come una vera e propria seconda stagione, è stata distribuita a livello il 6 aprile 2018, mentre in Francia e Spagna era già disponibile dal 25 dicembre 2017. Lo scorso aprile, Netflix ha annunciato il rinnovo per una seconda e una terza stagione.

La terza stagione nel 2019

La terza stagione de "La casa di carta" è attualmente in fase di lavorazione. Le indiscrezioni rivelano che Netflix pubblicherà gli episodi a partire da aprile 2019, ma questa volta potrebbe non renderle disponibili per intero, ma pubblicare a cadenza settimanale in contemporanea con la messa in onda in prima visione in Spagna, ancora una volta su Antena3.