Le condizioni di salute di Diego Armando Maradona tengono con il fiato sospeso i milioni di seguaci del Pibe de oro. Nella notte Maradona è stato sottoposto a un intervento chirurgico dagli esiti incerti, resosi necessario in seguito a dei controlli di routine svolti nelle scorse settimane, che avevano fatto emergere una piccola emorragia gastrica. A rassicurare tutti sulle sue condizioni è stato Diego Armando Maradona Jr., ospite di Barbara d'Urso a Domenica Live, che ha anche ridimensionato la portata della gravità dei problemi di salute di suo padre:

"è stato sottoposto a un'operazione semplice – ha detto il figlio dell'ex calciatore argentino – un'ernia allo stomaco. Sono qui per rassicurare tutti e smentire le voci di un'emorragia gastrica, che non so da dove siano uscite". 

Diego Maradona ha inoltre aggiunto di aver sentito suo padre nelle scorse ore e conferma che il padre sia in buone condizioni e fuori pericolo.

Perché Diego Armando Maradona è stato costretto ad operarsi

Secondo il parere dei medici, il disturbo che oggi ha costretto al ricovero e all'operazione Maradona ha avuto origine nel 2005, dopo l'applicazione del bypass gastrico. Dopo l’intervento venne diagnosticata un’ernia ombelicale che, nel tempo, ha provocato emorragie (qui tutti gli aggiornamenti sulla situazione clinica dell'idolo di argentini e napoletani).

Il riavvincinamento tra Diego Maradona Jr e suo padre è relativamente recente, lieto fine di una complessa e triste vicenda di mancato riconoscimento genitoriale del Pibe de oro. Dopo ani di battaglia mediatica, l'ex calciatore ha finalmente deciso di riconciliarsi, anche dal punto di vista pubblico, con il figlio nato dalla breve relazione con Cristiana Sinagra. Una pace siglata solo a inizio 2017, che Diego Maradona Jr. raccontò così:

Ero in Argentina per fare ‘Ballando con le stelle' – è stato un miracolo che io sia durato 8 puntate, ero un disastro – dopo aver registrato una puntata presi il telefono e c'era un messaggio della compagna di mio padre Rocio. Diceva che non riusciva a mettersi in contatto con me. Telefonai e mi disse che mio padre voleva parlarmi. Quando passò il telefono a lui mi disse: ‘Non mi dici ciao papà?'. Poi disse che si era accorto di aver sbagliato e voleva rimediare e mi invitò a cena. Mia moglie piangeva. Come l'ho detto a mia madre? Mamma, mi ha chiamato papà".