L'attesa è finita ed è giunto il momento dei David di Donatello 2019. La cerimonia di premiazione si terrà il 27 marzo 2019 a Roma e vedrà i migliori film della stagione (italiani e stranieri) lottare per una statuetta. Padrone di casa della serata Carlo Conti, che per il secondo anno consecutivo condurrà su Rai1, in diretta, la premiazione. I David di Donatello sono tornati ad essere patrimonio della Rai nella scorsa stagione, dopo un biennio sperimentale a Sky che aveva provato, con la conduzione di Alessandro Cattelan, a proporre l'evento in una chiave più internazionale.

Gli ospiti internazionali, da Tim Burton a Uma Thurman

Il profilo istituzionale di Conti resta certamente una garanzia e in questa serata non mancheranno i grandi ospiti internazionali. Dopo l'annunciata presenza di Tim Burton, in questi giorni impegnato nella presentazione del suo remake di Dumbo in Italia e pronto a ricevere un David alla carriera, si aggiungono i nomi di Uma Thurman e di Alfonso Cuaron, regista che dopo gli Oscar si appresta, con tutta probabilità a portare a casa un altro premio.

Un evento, quello dei David di Donatello 2019, che non avrà solo una dimensione televisiva. Per il secondo anno consecutivo Rai Radio2 sarà infatti la radio ufficiale dei David di Donatello. A seguire la serata in diretta saranno Matteo Bordone e Melissa Greta Marchetto, che renderanno fruibile l'evento anche per gli ascoltatori con un inserto speciale del loro programma "Gli sbandati di Radio 2".

Nomination e favoriti per i David di Donatello

Dogman fa il pieno di nomination ai David di Donatello 2019 (qui tutte le categorie): ben 15 per il film di Matteo Garrone, che primeggia nelle cinquine di questa 64ma edizione dei premi più ambiti del cinema italiano. Sul red carpet in maggiori protagonisti di questa annata di fortunato cinema italiano. A seguire Garrone c'è la pellicola di Mario Martone Capri Revolution, con Marianna Fontana, che ha ricevuto 13 nomination.

Pari merito, subito dopo, "Chiamami col tuo nome" di Luca Guadagnino e "Loro" di Paolo Sorrentino. Con nove candidature totali, seguono "Lazzaro Felice" di Alice Rohrwacher e "Sulla mia pelle" di Alessio Cremonini, l'acclamato film sulla vita di Stefano Cucchi, con Alessandro Borghi. La categoria dei cinque migliori film in gara ai David di Donatello 2019 vede: "Chiamami col tuo nome" di Luca Guadagnino, "Dogman" di Matteo Garrone, "Euforia" di Valeria Golino, "Lazzaro Felice" di Alice Rohrwacher e "Sulla Mia Pelle" di Alessio Cremonini.