Se c'è un gruppo di artisti che da anni è sulla scena provando a smontare in chiave grottesca gli stereotipi della cultura di massa napoletana, quello è certamente I Ditelo Voi. Al secolo Francesco De Fraia, Domenico "Mimmo" Manfredi e Raffaele "Lello" Manfredi, I Ditelo Voi in 25 anni di carriera hanno sempre dimostrato di saper giocare con il linguaggio della televisione. Il film "Gomorroide", proposto in prima tv su Rai2 il 5 maggio 2020, è solo l'ultimo degli esempi nei quali il trio di cabaret ha cercato di smitizzare e smontare i grandi temi della cultura pop.

Gomorroide, dal web al cinema

Con "Gomorroide" prendono in giro il mito del film e della serie televisiva, ma prendono in giro soprattutto la camorra. Il film del 2017 da loro diretto segue la naturale evoluzione dei loro personaggi e dei loro cavalli di battaglia, portati con grande successo nella cornice di "Made in sud". Prima del lungometraggio, il loro è stato un felice esperiemento su Youtube. Una webserie anche più ardita e audace. Di grande effetto è la scena che fa il verso al "provino" delle giovani leve, visto nel film di Matteo Garrone, e che trasforma tutto in "Camorra's Got Talent" con tanto di pulsantiere e catchphrase dedicata: "Per te la camorra finisce qui!". 

Prima di Gomorroide c'era Orip Orap

"Gomorroide" è dunque la naturale evoluzione del loro percorso artistico, nato e cresciuto tra il Teatro Bruttini-Cabaret Portalba e la trasmissione TeleGaribaldi con i primi fortunati tormentoni. I Los Tomos sono stati i personaggi che li hanno portati verso la più ampia popolarità. Era l'epoca dei balli di gruppo e della febbre latino-americana, I Ditelo Voi proponevano tre improbabili musicisti dell'ambiente latino-napoletano. Nel 1999, con la trasmissione "Avanzi Popolo" in onda su TeleNapoli, lanciano una famiglia napoletana sui generis, la famiglia di Don Torquato. All'interno della stessa trasmissione nasce "Orip Orap", una finta telenovela che diventerà un vero e proprio caso dei primi anni 2000, riuscendo a uscire dal format e diventare una vera e propria striscia quotidiana comica indipendente.

I Ditelo Voi sono i Monty Python napoletani

La chiave di volta del loro lavoro è sempre la stessa: mettere in scena un vero e proprio esperimento meta-televisivo e meta-cinematografico. In ogni opera, viene fuori un carosello demenziale ricco di acuti che spesso ricordano il linguaggio dei Monty Python.