Doveva essere un duello d'ascolti tra Barbara d'Urso e Simona Ventura, impegnate in uno scontro inedito tra Grande Fratello e The Voice of Italy. Alla fine ad uscirne con le ossa rotte è stata la fiction "L'Aquila – Grandi Speranze", che con la seconda puntata conferma al ribasso il risultato negativo del debutto. Erano 2.442.000 gli spettatori che hanno seguito la fiction diretta da Marco Risi, un risultato di pubblico medio pari al 10.43% di share.

A guadagnarci, come detto in apertura, sono stati il Grande Fratello di Barbara d'Urso, che vede crescere leggermente il dato rispetto alla scorsa settimane, con 2.959.000 spettatori pari al 17.7% di share. E ci ha guadagnato Simona Ventura, al debutto su Rai2 con "The Voice of Italy 6″, capace di interessare 2.435.000 spettatori pari all’11.15% di share. Dato in crescita rispetto alla scorsa edizione condotta da Costantino Della Gherardesca, che aveva conquistato un ascolto medio simile in termini di numero di telespettatori, ma pari al 10,3% di share. Le due trasmissioni, che inizialmente erano chiamate ad un confronto, hanno finito per consolarsi traendo vantaggio dall'effetto debole della prima serata di Rai1, che solitamente si attesta su numeri decisamente superiori a quelli conseguiti dal prodotto dedicato al decennale dal sisma de L'Aquila avvenuto nel 2009.

Nonostante la concorrenza fitta, tiene bene l’appuntamento con Le Iene che ha intrattenuto 1.697.000 spettatori con il 9.88% di share. Gli altri programmi della serata vedono l'abituale scontro tra talk politici e i due programmi di Bianca Berlinguer e Giovanni Floris sono più vicini che mai. "Carta Bianca" ha attratto 1.310.000 spettatori pari ad uno share del 5.99%, mentre su La7 DiMartedì ha registrato 1.460.000 spettatori con uno share del 6.66% (Di Martedì Più: 461.000 – 4.65%). A seguire Rete4 con "Special Forces – Liberate l’ostaggio" che totalizza un a.m. di 897.000 spettatori con il 3.94% di share.