In un momento in cui in tutto il mondo si discute di Coronavirus, qualcuno non ha gradito la scelta di La7 di mandare in onda il film "Virus Letale". Argomento del momento, in tutto il mondo, è l'epidemia scoppiata in Cina che pian piano ha cominciato a interessare anche in Italia: c'è molta paura, molta attenzione a un fenomeno di cui ancora non si conoscono bene le conseguenze che potrà avere e per questo motivo, probabilmente, si è scatenata una discussione sui social contro la scelta di La7 di mandare in onda il film di Wolfgang Petersen: "Questa sera appuntamento speciale con #Atlantide – Storie di uomini e di mondi. Alle 21:15 @andreapurgatori presenta ‘Virus letale' di Wolfgang Petersen con Dustin Hoffman, Rene Russo e Morgan Freeman".

Virus letale in riferimento al Coronavirus

La rete ha scelto, quindi, di inserire il film all'interno di una cornice come quella del programma "Atlantide – Storie di uomini e di mondi", condotta da Andrea Purgatori: "L’emergenza coronavirus si evolve e sale il numero di contagi e decessi in Cina, scatta in tutte le parti del Mondo e dell’Europa la paura di una pandemia, mentre in Italia viene dichiarato dal Governo lo stato di emergenza" si leggeva nella presentazione del programma. Una scelta che non ha incontrato il favore di molti, che hanno visto questa scelta quantomeno come poco opportuna. In tanti, insomma, hanno segnalato su Twitter, per esempio, che non era il caso di operare questa scelta: "Ma vi sembra opportuno? Ma fate informazione invece di seminare panico ingiustificato" si legge in uno dei commenti, a cui si aggiungono tweet come "Mi raccomando, non vergognatevi nemmeno un po'", "Tanto per aumentare le paure", "Ma si….tirateci su il morale con Virus Letale….solo voi potevate pensare sta genialata" fino a "Come nel caso delle presunte immagini dell'assassinio di Soleimani tratte da un videogioco, anche questa volta Purgatori cercherà di convincerci che quello con Dustin Hoffman sembra un film ma in realtà è tutto vero?".

Il video fake dell'uccisione del generale Soleimani

Il riferimento di quest'ultimo utente è a un caso scoppiato qualche settimana fa, in occasione dell'uccisione del generale Soleimani e della conseguente crisi Iran/Usa dedicò la puntata e al suo interno dedicò ampio spazio alle presunte immagini, girate da un drone, dell'uccisione: "Somiglia molto a un videogioco, ma non è un videogioco; è esattamente il modo in cui è stato ucciso il generale Soleimani” aveva detto il conduttore presentando le immagini. Eppure, come si scoprì poco dopo, era un video fake: quelle immagini non erano reali, ma si trattavano proprio di quelle del videogioco AC-130 Gunship Simulator. La risposta di Purgatori fu che sapeva che si trattava di un videogioco "ma rappresentava tecnicamente una perfetta dimostrazione di come colpisce un drone. Sono io che mi sono espresso maledettamente male".