Nei meandri della Tv quotidiana si nascondono le perle migliori. A regalarci la perla di oggi, o meglio del 24 novembre, è Detto Fattocontenitore condotto da Bianca Guaccero, che in apertura di puntata ci ha regalato un meraviglioso tutorial su come camminare sui tacchi. Protagonista è la pole dancer Emily Angelillo, che dopo un ballo provocante esordisce subito magnificando i tacchi come "un grande slancio all'autostima e alla femminilità". Fino a qui tutto bene.

Il tono di Bianca Guaccero resta quello ironico che da sempre contraddistingue la sua gestione del programma e che contribuisce a svestire di seriosità spazi come questo. Si prosegue accogliendo in studio l'ospite del giorno, Roberta, che fa da contraltare a Emily ostentando con fierezza una certa goffaggine nello stare sui tacchi: e dice di "puntare sulla simpatia". Nel frattempo Emily illustra con un linguaggio tecnico da studio di fattibilità le caratteristiche delle scarpe coi tacchi, i rischi, pro e contro. Fino a qui tutto bene.

Siccome si è parlato di richiami alla femminilità nell'uso quotidiano delle scarpe coi tacchi, arriviamo al momento apocalittico. Si immagina la situazione di una donna che va al supermercato coi tacchi, presentato come luogo in cui abitualmente si cucca. Perché chi di voi non ha cuccato al supermercato? E qui apriamo una parentesi teche Rai ricordando la splendida Monica Vitti sulle note di "Ma chi è quello lì" cantata da Mina, che nel 1988 ironizzava sullo stereotipo della donna intenta a fare conquiste al supermercato, proprio per far intendere che l'ironia legittima tutto in quanto dissacrante.

Ma non perdiamo di vista l'obiettivo del tutorial di Detto Fatto. Arrivati a questo punto Emily impugna il carrello e inizia a camminare in modo naturalissimo verso lo scaffale, per poi spiegare che per prendere un prodotto troppo in alto non ci si deve arrampicare, ma anzi considerare una procedura posturale del tutto specifica, nonché naturalissima, così da agguantare con classe e sobrietà il prodotto in offerta che si intendeva prendere senza sforzo. Fino a qui tutto bene, più o meno.

Il problema non è la caduta, ma l'atterraggio (coi tacchi). Perché la ciliegina sulla torta è il suggerimento finale di Emily. "Se voglio dare un tocco un pochino più intrigante alla situazione posso alzare un pochino il ginocchio",  dice alzando proprio il ginocchio, con Guaccero alle sue spalle che la imita ironicamente, annusando già il polemicone social che scoppierà nel giro di 35 secondi. E come se non bastasse si mostra anche il modo in cui si dovrebbe prendere qualcosa che ci è caduto a terra, pure questo senza dare nell'occhio. A stemperare l'imbarazzo della situazione ci pensa proprio Roberta che riproduce gli stessi gesti in maniera decisamente più impacciata.

La frittata soft porn è fatta ed è difficile capire di chi sia la responsabilità (perché no, non è di Emily!). Ironia della conduttrice a parte, qual è il messaggio che il servizio pubblico vuole dare? L'uomo che assiste (e che scrive in questo momento) può avere due tipi di reazione, che oscillano tra un indignato "che cosa assurda" e il "come si chiama Emily che la cerco su Instagram?". Sarebbe però interessante capire cosa ne pensi la donna che guarda e alla quale è principalmente rivolto il programma di Rai2. È questo l'approccio di base che avete quando andate al supermercato? Ma soprattutto, se l'uomo di turno squadra da capo a piede una donna che agguanta un pacco di patatine alzando il ginocchio sinistro per dare un tocco un pochi più intrigante alla situazione, è legittimato?