Enrico Remigio, il protagonista delle prime due puntate della nuova stagione di "Chi vuol essere milionario?", ha risposta correttamente alla domanda da un milione di euro su Gene Cernan, diventando così il quarto concorrente nella storia del programma a vincere la cifra più alta messa in palio. In una intervista al "Corriere della Sera", il concorrente ha raccontato le sue impressioni dopo aver superato la scalata di 15 domande.

Le parole di Enrico Remigio

"Cosa lasciò scritto sul suolo lunare Gene Cernan, l’ultimo uomo che mise piede sulla Luna?". È stata questa la domanda da un milione di euro. La risposta non la conosceva, ma Enrico Remigio ci è arrivato di istinto e anche con un pizzico di fortuna.

Non conoscevo la risposta, ci sono arrivato d'istinto. La prima sensazione è stata quella di incredulità; quando giochi certo che speri di vincere, ma sai che è praticamente impossibile. Poi è arrivata la gioia, capisci che ti è capitato qualcosa di unico nella vita. I miei genitori e la mia ragazza sono rimasti basiti. Ma ha vinto la paura del rimpianto, il pensiero di non averci provato mi avrebbe perseguitato.

Come spenderà il milione di euro

Ma chi è Enrico Remigio, il quarto vincitore della storia di "Chi vuol essere milionario?". Il concorrente, 30 anni, è nato a Popoli, in provincia di Pescara. Suo padre è un agente di commercio, sua madre è direttrice di un albergo e ha una sorella più piccola di cinque anni. Dopo una laurea in marketing alla Bocconi di Milano, ha trovato lavoro in una fabbrica thailandese che esporta forniture elettriche. Oggi è responsabile vendite alla KTM di Singapore, una azienda di motociclette. Al Corriere della Sera, ha anche rivelato come spenderà il milione di euro.

Vivo all’estero da tanti anni e non seguo più di tanto la tv italiana, ma Chi vuol essere milionario? è uno dei pochi programmi che ho sempre guardato, è una sfida che ho sempre pensato di poter affrontare. Come spenderò il milione? Non ho spese immediate da affrontare, non c’è un sogno che volevo realizzare. In un’epoca di incertezza sul futuro, è un cuscinetto che mi dà la possibilità di ricominciare dove voglio, magari tornare in Europa; insomma è un’ottima base su cui fare affidamento.

"Comprerò un anello", ha poi dichiarato. Un regalo per la sua fidanzata francese.