Questa sera, 18 agosto, su Rai3 va in onda lo speciale "Chi l'ha visto" dedicato al giallo di Caronia. Federica Sciarelli al Quotidiano Nazionale racconta le sue impressioni su quello che definisce «un caso anomalo». Il giallo di Viviana Parisi e del piccolo Gioele, la mamma morta in circostanze misteriose e il figlio di quattro anni scomparso. Troppi i punti oscuri in una vicenda in cui, secondo Federica Sciarelli, l'incidente potrebbe essere stato il definitivo momento in cui «cambia il destino di mamma e figlio».

Le parole di Federica Sciarelli

Federica Sciarelli sull'importanza di andare in onda con uno speciale: «Ogni dettaglio può essere utile. La promessa dell'anonimato potrebbe spingere qualcuno che finora, chissà perché, non si è rivolto alle forze dell'Ordine, a parlare. Noi andiamo in onda proprio per questo». E le analogie con un caso simile, in quel tratto della Palermo-Messino dove perse la vita Provvidenza Grassi: «Per mesi furono fatte ipotesi sulla sua scomparsa. Si era pensato a una fuga volontaria, a una lite violenta con il fidanzato o ad un gesto estremo e, invece, è caduta dal viadotto in seguito a un incidente stradale».

Il caso Provvidenza Grassi

Provvidenza Grassi era una ragazza trovata morta in fondo a una scarpata, all'interno della sua auto, dopo sei mesi di ricerche. Commessa in un supermercato, la famiglia non aveva avuto più notizie dal 10 luglio 2013. Quel giorno, a vederla per ultima, era stato Fabio il suo fidanzato. Dopo essersi salutati, non si sono più visti. Di lei non si seppe più nulla fino al 23 gennaio 2014, quando una Fiat 600 bianca venne avvistata in una scarpata sotto al cavalcavia dell'autostrada Messina-Catania. Scattarono indagini serrate per appurare con certezza la dinamica. Sei anni dopo, sono stati condannati tre funzionari del Cas su dodici imputati. La Procura di Messina ritenne che l’incidente in cui perse la vita la 27enne non sarebbe avvenuto se l’autostrada fosse stata messa in sicurezza.

Cosa sappiamo sul giallo di Caronia

Il piccolo Gioele Mondello, quattro anni, e sua madre Viviana Parisi, quarantatré anni, scompaiono il 3 agosto 2020. La madre viene trovata morta nei giorni successivi. A coordinare le indagini, la Procura di Pattì. Negli ultimi giorni è emerso un video recuperato a Sant'Agata di Militello prima che Viviana Parisi avesse un incidente in galleria: dalle immagini è stata accertata che il bambino era vivo e in buone condizioni. Il mistero resta riguardo quello che è avvenuto dopo. Dell'incidente, dopo aver urtato sulla fiancata un furgone con a bordo due operai della manutenzione, i due veicoli sbandano. La donna, secondo alcune testimonianze, avrebbe scavalcato il guard-rail con il bambino in braccio addentrandosi nel bosco e lasciando in auto denaro e documenti. Da questo momento, è tutto da stabilire. Il piccolo non si è ritrovato e la madre è stata trovata con il volto sfigurato e irriconoscibile, probabilmente dilaniato da un branco di cani.