La tragica morte di Godfrey Gao, avvenuta nella notte italiana tra mercoledì e giovedì, ha gettato nella disperazione non solo i fan del top model e attore taiwanese di origini canadesi, ma anche tutti quelli che lo avevano conosciuto perché fan di "Shadowhunter – Città di Ossa". Di Godfrey Gao, infatti, è stato il ruolo fondamentale di Magnus Bane, il Sommo stregone di Brookyln, un personaggio importante della saga scritta da Cassandra Clare e sui cui è stato incentrata anche una raccolta spin-off di undici racconti: "Le cronache di Magnus Bane". 

Magnus Bane, il ruolo di Godfrey Gao

Figlio di un demone principe dell'Inferno e di una mondana, Magnus Bane nasce in Indonesia e cresce in una fattoria. Quando si scopre la sua vera natura, la madre impazzisce e il padre tenta di ucciderlo. Magnus reagisce uccidendolo. Ha gli occhi gialli, è un appassionato di moda (tratto che condivide con l'interprete) e ama i vestiti eccentrici. È immortale e intraprende una relazione con Alec. Relazione complessa legata al timore di fare coming out da parte del mortale. Un personaggio borderline, tra il mistico e il materiale, tra la vita e la morte e soprattutto dalla sessualità aperta. Caratteristiche che hanno fatto di Godfrey Gao una delle icone del film "Shadowhunters – Città di Ossa", che da un paio di stagioni è anche una serie tv. Per questo motivo, la sua morte avvenuta per infarto nel corso delle riprese di "Chase Me", popolare reality show sportivo, ha scioccato i tanti fan.

Chase Me, il reality show in cui Godfrey Gao ha trovato la morte

Godfrey Gao è morto durante le riprese di "Chase Me". Stando a quanto riferito da alcuni utenti su Weibo, è stato il terzo incidente da quando il programma è attivo e il primo di questa gravità. "Chase Me" è un reality show sportivo in onda su Zhejiang Television che si gira a Singapore. A parteciparvi le star orientali divise in due squadre da 4 elementi ciascuno e diverse manche in cui ci si scambiano i ruoli di "chaser", di inseguitore, e di "runner", di fuggitivo. Gao è si accasciato al suolo mentre tentava di fuggire via dalla squadra avversaria. "Non riesco a continuare", queste le ultime parole di Godfrey Gao prima di perdere conoscenza.