894 CONDIVISIONI

Charlie Hebdo: Rai sommersa dalle critiche per non aver modificato i palinsesti

Piovono critiche sulla Rai dopo che non sono stati modificati i palinsesti a seguito della strage avvenuta nella redazione di Charlie Hebdo a Parigi. Sia Roberto Fico, presidente della commissione di Vigilanza sulla Rai, che l’Usigrai e molti parlamentari hanno chiesto spiegazioni sulla mancanza di approfondimenti in prima serata.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
894 CONDIVISIONI
Immagine

La decisione della Rai di mantenere i palinsesti invariati nonostante la strage avvenuta a Parigi nella redazione del settimanale satirico Charlie Hebdo che ha provocato 12 morti e 8 feriti ha creato molte polemiche. La tv di Stato, infatti, ha deciso di non variare la programmazione con approfondimenti per capire quello che era successo in Francia, nonostante durante la giornata fosse stato quello l'argomento principale di discussione in gran parte del mondo. Nessun approfondimento per dare ai cittadini maggiori informazioni su quello che era successo.

Le critiche arrivano da più fronti, compresi molti parlamentari, ma è soprattutto il fronte "interno" quello da cui arrivano le critiche maggiori. Roberto Fico, presidente della commissione di Vigilanza sulla Rai, ha inviato una lettera al direttore generale della Rai Luigi Gubitosi:

"Nel corso della seduta odierna della commissione che presiedo, i rappresentanti di tutti i gruppi presenti hanno unanimemente stigmatizzato la scelta dell'azienda concessionaria del servizio pubblico di non riservare su nessuna delle tre reti generaliste in prima serata uno spazio dedicato all'approfondimento e all'analisi di un fatto così grave come l'attentato terroristico verificatosi ieri mattina a Parigi. Né si può ritenere che questa grave mancanza possa essere stata in qualche modo sanata dalle edizioni speciali dei tre telegiornali andate in onda nel corso della giornata o dall'ampio spazio che alla vicenda è stato dedicato da Rainews24, che per la sua stessa natura di canale di aggiornamento informativo non può, analogamente a quanto avviene in canali similari, svolgere quell'attività di approfondimento che è riservata ai canali generalisti".

Oltre a Fico è l'Usigrai a criticare fortemente la decisione della tv di Stato:

Grave la decisione della Rai di non stravolgere la prima serata delle tv generaliste per seguire i fatti di Parigi.

Ma come si può parlare di riforma, di nuova Rai, se poi di fronte a una vicenda di questa portata, il Servizio Pubblico non reagisce mettendo in campo almeno su una delle tre reti generaliste uno speciale di prima serata?

sottolineando, nel contempo, la grande professionalità e competenza dei giornalisti di RaiNews:

Le professionalità, le forze, le energie e le idee nelle redazioni ci sono.
Senza dubbio hanno fatto un ottimo lavoro Rainews24 che ha seguito con ore di diretta l’attacco a Charlie Hebdo, RadioUno che all’interno del proprio palinsesto di gr e programmi ha tenuto costantemente aggiornati gli ascoltatori, i tg generalisti nelle edizioni programmate e nelle straordinarie.

Si è trattato di un avvenimento straordinario la cui eccezionalità "richiedeva una risposta eccezionale che andasse oltre l’impegno delle all news"

Se non si comprende che la forza della Rai è in un’offerta ricca e diversificata, si rischia di mettere in campo progetti editoriali che ridimensionano gli spazi informativi, invece di arricchirli e rafforzarli.

894 CONDIVISIONI
Il palinsesto della Rai - Riva (ESCLUSIVA)
Il palinsesto della Rai - Riva (ESCLUSIVA)
Freccero: "Oggi tutti con Charlie Hebdo, anche quelli che non difesero Luttazzi"
Freccero: "Oggi tutti con Charlie Hebdo, anche quelli che non difesero Luttazzi"
Il direttore di Charlie Hebdo: "Ammazzare un disegnatore è come uccidere un bambino"
Il direttore di Charlie Hebdo: "Ammazzare un disegnatore è come uccidere un bambino"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views