17 Dicembre 2014
22:38

Caso Garlasco, la madre di Chiara: “Alberto? Non l’ho guardato in faccia”

La madre di Chiara ha parlato con “Chi l’ha visto” e ha spiegato di aver sempre chiesto alla figlia di guidare la mano del giudice. “Non è cambiato nulla”, spiega e riguardo ad Alberto aggiunge: “Non l’ho guardato in faccia”

A "Chi l'ha visto" la sentenza di Garlasco è stata protagonista della puntata odierna. Alberto Stasi è stato condannato dalla Corte d’Assise d’Appello a 16 anni per l'omicidio di Chiara Poggi, ribaltando i verdetti di primo e secondo grado e dichiarando l'ex fidanzato colpevole di omicidio volontario. Ad Alberto ora non resta che fare ricorso in Cassazione e chiedere un nuovo processo: "Una sentenza che non ha senso" ha dichiarato il difensore di Stasi. I genitori di Chiara hanno fatto dichiarazioni pubbliche in una conferenza stampa indetta subito dopo la sentenza, ma hanno anche rilasciato un'intervista alla trasmissione condotta di Federica Sciarelli.

La madre: "Dicevo: ‘Chiara guida i giudici'"

"Non cambierà niente" ha detto la madre di Chiara, però tornerà "a casa e dirò ‘Chiara è stata fatta giustizia'". All'inviata di "Chi l'ha visto", la donna ha detto di non aver mai pensato alla pena "che quantificano i giudici". "La giustizia è arrivata, finalmente, dopo 7 anni. Il mio primo pensiero è stato: ‘Non c'è stato pensiero particolare. Ero emozionata. Ho abbracciato avvocato e mio figlio e ho pensato quando dicevo a Chiara guida i giudici e ho pensato che ce l'ha fatta'. Lo dice più volte la donna, che ripete come abbia più volte chiesto alla figlia di guidare la giustizia: "Tu che puoi guida i giudici verso la verità per te" ha detto sempre ai microfoni di Rai Tre.

"Si ripensa a tutta la vita"

La gioia, ovviamente, porta con sé anche vari pensieri: "Si ripensa a tutto, alla vita insieme a quando gliel'hanno interrotta, a quella che avrebbe avuto e non ha avuto"; una vita che avrebbe vissuto nella casa nella quale sono tornati subito dopo aver appreso la sentenza, la casa: "La nostra casa, quella in cui ha vissuto Chiara e lei sarà sempre con noi".

"Alberto? Non l'ho guardato in faccia"

Poche le parole riguardo l'ex genero, di cui hanno sempre sospettato: "No, non l'ho guardato in faccia" e dice: "Domani andrò al cimitero e le dirò ‘Brava, ce l'hai fatta'"

Caso Loris,
Caso Loris, "Veronica accusava la madre: 'Dove hai messo mio figlio?'"
Adorabile cagnolino non ama essere guardato, ecco come reagisce
Adorabile cagnolino non ama essere guardato, ecco come reagisce
723 di Animali
Alberto Sordi, cuore e sorriso di Roma
Alberto Sordi, cuore e sorriso di Roma
110.455 di Fanpage.it Roma
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni