Carlo Conti diventa un cartone animato. Il nuovo volto del popolare presentatore sarà in "versione felina" nella nota serie "44 gatti": a lui si ispira infatti il personaggio di Gatto Carlo, che vedremo nella nuova stagione. L'idea è partita grazie al piccolo Matteo, il figlio di Carlo Conti e Francesca Vaccaro, come ha spiegato lo stesso conduttore al Corriere della Sera.

 Matteo, il mio bambino, guarda sempre questo cartone che è un grande successo in oltre 100 Paesi. Vedendolo ho pensato che alla band di gatti protagonisti, i Buffycats, mancasse un presentatore e ho fatto la mia proposta all’Antoniano e a Rainbow.

Il personaggio di Gatto Carlo

Gatto Carlo è un micio a immagine e somiglianza di Conti, "una trasposizione gattesca abbastanza scuretta, una versione marrone, molto agostana, nella quale mi riconosco". A differenza di Conti, sempre disinvolto sul palcoscenico, il suo corrispettivo cartoonesco  ha la "fifa gatta", la paura da performance. Ogni volta che sente la parola "palco" è colto dall'emozione e inizia a soffrire di singhiozzo: "Mi piace perché in 44 Gatti c’è sempre un aspetto educativo: qui il messaggio è che non devi aver paura di niente, che è la testa che conta, che la forza di volontà ti fa superare gli ostacoli. Per me invece è una grande soddisfazione, è bello che abbiano creato un personaggio pensando a me, forse perché in ognuno di noi rimane un lato fanciullesco".

44 gatti, una serie animata italiana

Gli episodi che vedono la presenza di Gatto Carlo vanno in onda da ottobre su Rai YoYo. "44 gatti" è tutta italiana ed è stata ideata nel 2018 da Iginio Straffi e dalla sua Rainbow, già responsabili del grande successo delle Winx. Si ispira all'omonima canzone dello Zecchino d'Oro e lo studio d'animazione con sede a Loreto l'ha realizzata insieme all'Antoniano di Bologna e con la partecipazione di Rai Ragazzi. La serie racconta le avventure di quattro gattini musicisti che suonano in una band musicale, i Buffycats. Sono Lampo, Milady, Pilou e Polpetta.