941 CONDIVISIONI
27 Gennaio 2017
10:53

Bufera su La vita in diretta, don Bruno: “Non andate in Abruzzo, venite a sciare al Nord”

“Non intralciate i soccorsi in Abruzzo, per sciare venite al Nord”: l’affermazione di don Bruno Fasoli a La vita in diretta scatena la reazione degli abitanti delle zone colpite. Il sindaco di Roccaraso Francesco Di Donato scrive alla Rai, puntando il dito contro “giudizi sommari” e “improbabili personaggi che non conoscono l’Abruzzo”.
A cura di Valeria Morini
941 CONDIVISIONI

Dopo i recenti tragici eventi in Abruzzo, una forte polemica ha investito il programma televisivo La vita in diretta. Al centro della bufera scoppiata in rete è il sacerdote don Bruno Fasoli, che nel programma pomeridiano di Rai1 interviene regolarmente in qualità di opinionista tv. È stata una sua frase provocatoria a scatenare il caso mediatico:

Non sarebbe il caso in questi giorni che si soprassedesse ad andare a sciare in queste zone, con il rischio di occupare mezzi, persone, interventi e quant'altro? Lo dico in modo un po' provocatorio, non abbiatevene, ma venite su al Nord. Chiederemo di farvi fare uno sconto, ma venite a fare una vacanza là. In questo momento non impegnate energie importanti per altre cose che non sia soccorrere quelli che sono stati colpiti dal maltempo e dal terremoto.

Il sindaco di Roccaraso: "Chiediamo rispetto alla Rai"

Le parole sono passate tutt'altro che inosservate e hanno anzi innescato un'autentica rivolta da parte di molti cittadini abruzzesi in rete. A livello istituzione, il sindaco di Roccaraso Francesco Di Donato ha scritto una lettera al presidente della Commissione parlamentare di Vigilanza Rai, Roberto Fico, e al direttore generale, Antonio Campo Dall’Orto, nella quale punta il dito contro "alcuni programmi di intrattenimento televisivo del pomeriggio dove si alternano improbabili personaggi che hanno una conoscenza molto superficiale dell'Abruzzo, delle sue località e dei servizi che offre senza alcuna interruzione ai turisti". Aggiunge Di Donato nella lettera:

Roccaraso e il suo sistema turistico meritano maggiore attenzione e rispetto dai programmi d'informazione della Rai. Evitare dannose generalizzazioni e giudizi superficiali, è il modo migliore con il quale il servizio pubblico può aiutare l’Abruzzo a superare questa fase di emergenza senza creare ulteriori danni all'economia del territorio. (…) Sarebbe utile che la Commissione di Vigilanza e il direttore generale invitassero i responsabili di questi programmi molto seguiti dalle famiglie a evitare giudizi sommari che creano enormi danni economici ai nostri operatori del turismo, proprio in un momento come questo in cui servirebbe invece buon senso e una luce positiva sempre accesa per aiutare l’Abruzzo.

941 CONDIVISIONI
Bruno Vespa contro il Tg1, l'attacco in diretta:
Bruno Vespa contro il Tg1, l'attacco in diretta: "Stiano nei limiti"
Don Antonio Polese torna in video insieme al medico che gli ha salvato la vita
Don Antonio Polese torna in video insieme al medico che gli ha salvato la vita
51.535 di Fanpage.it Napoli
Alberto Matano sull'insulto di Iva Zanicchi a Lucarelli:
Alberto Matano sull'insulto di Iva Zanicchi a Lucarelli: "Non ce ne siamo accorti"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni