La pandemia di coronavirus ha messo in ginocchio il settore dello spettacolo, circhi compresi. Per questo motivo, Brigitta Boccoli e Stefano Orfei hanno deciso di mettere all’asta i preziosi gioielli appartenuti a Moira Orfei, regina del circo italiano. Una decisione che i due hanno spiegato a Eleonora Daniele, in collegamento con Storie Italiane.

Una decisione di Moira Orfei

A prendere la decisione di vendere i gioielli per aiutare il circo e le famiglie di chi vi lavora era già stata Moira. Se ne stanno occupando adesso il figlio e la moglie Brigitta Boccoli: “La decisione di vendere i gioielli l’aveva presa già Moira stessa alcuni anni fa. Lei ha sempre voluto tenere il suo circo a livelli altissimi anche dopo l’inizio della crisi economica. Lo ha fatto per i suoi lavoratori e per le loro famiglie, ma anche per il suo pubblico e i suoi animali”. Una scelta sofferta ma obbligata:

Dare via gli animali era impensabile: dove sarebbero andati a finire? E chi si sarebbe preso cura di loro? Gli animali del circo li ha amati Moira e li amiamo noi adesso. Noi, oggi, stiamo portando avanti quella che è stata la sua decisione. La situazione è molto dura non solo per noi ma per tutto lo spettacolo italiano. Mantenere i lavoratori e le loro famiglie richiede un costo molto alto, in questo il circo fa più fatica degli altri settori”.

L’asta con i gioielli di Moira Orfei

Sono circa 100 i pezzi di gioielleria appartenuti a Moira Orfei andati all’asta con Affide che ha reso omaggio alla regina del circo con una mostra tenutasi dall'8 al 28 ottobre nei saloni di Palazzo del Monte di Pietà a Roma. Fanno parte della collezione la famosa collana di smeraldi acquistata in Iran quando, insieme a 100 artisti e 50 animali, Moira si ritrovò bloccata alla corte dello Scià di Persia dalle rivolte popolari, e un anello con diamante da cinque carati dono del marito Walter Nones.