Mentre proseguono le puntate di "Braccialetti Rossi 3", in onda ogni domenica sera su Raiuno, la domanda che impazza tra i fan è una sola: Leo, l'amato personaggio interpretato da Carmine Buschini, morirà alla fine di questa stagione? Negli episodi in corso, le condizioni di salute del leader dei Braccialetti rossi sono tutt'altro che positive: il cancro al cervello diagnosticato al giovane è terminale e le statistiche dicono che Leo ha appena l'8% di possibilità di sopravvivere. Un lieto evento ha però scosso le più recenti puntate.

La gravidanza di Cris e le voci di un matrimonio con Leo

Cris, la fidanzata di Leo impersonata da Aurora Ruffino ha scoperto di essere incinta e lui, una volta appresa la notizia, è fermamente intenzionato a lottare per restare in vita il più possibile e arrivare a conoscere suo figlio (come svelano le anticipazioni della puntata del 13 novembre). Qualche settimana fa, inoltre è circolata sul web un'immagine "rubata" sul set in cui Leo e Cris sembrano vestiti da sposi, tanto che in molti hanno ipotizzato un matrimonio tra i due come colpo di scena finale. E se la romantica cerimonia preludesse al triste addio del ragazzo?

Leo è ispirato a  Albert Espinosa, autore di "Polseres vermelles" sopravvissuto al cancro

L'esempio di Davide (Mirko Trovato), morto alla fine della prima stagione (ma tuttora presente come "angelo custode"), non è certo molto incoraggiante. C'è però un particolare importante, che fa ben sperare. Il personaggio di Leo è infatti ispirato a Albert Espinosa, lo scrittore e giornalista autore della serie tv spagnola "Polseres vermelles", di cui a sua volta "Braccialetti rossi" è la versione italiana. Espinosa, che ha raccontato la sua vicenda autobiografica, è  sopravvissuto al cancro nonostante le speranze fossero appena del 5%. Ecco perché ci sentiamo di credere fermamente che Leo non morirà nell'ultima puntata della terza stagione, in onda il 4 dicembre. L'abbraccio con il figlio avuto da Cris è un momento troppo importante e commovente per non mostrarlo ai tantissimi fan.