10 Febbraio 2014
22:41

Boss in incognito raduna le famiglie davanti alla tv ma Paolo Penati viene “smascherato”

Il boss sotto copertura viene “smascherato” da uno dei suoi tutor: Paolo Penati, titolare di QVC, tra l’altro, non convince molto il pubblico italiano anche se alla fine elargisce promozioni e regali ai suoi dipendenti.
A cura di Fabio Giuffrida

Dopo Giovanni Battista e Davide Hassan, stasera è stato protagonista di Boss in Incognito Paolo Penati, titolare della Qvc, azienda famosa per lo shopping multimediale, la quale produce ogni giorno 17 ore di trasmissioni, 364 giorni all'anno per un fatturato di 8,5 milioni di dollari. Il primo tutor del boss è stata Pamela che lavora al call center dell'Azienda e che è apparsa molto sicura di sé, desiderosa però di un contratto a tempo indeterminato. Alle prese con il magazzino, invece, Penati ha conosciuto un giovane ragazzo, Mattia, laureato, che ha accettato questo lavoro pur di sopravvivere: ha poi raccontato la sua storia, molto difficile, avendo perso il padre a 2 anni e la madre a 6. Adottato dai cugini, si è detto non del tutto felice della sua vita e nel lavoro, ad esempio, aspirerebbe a qualcosa di più. Su Twitter, nel frattempo, qualcuno non ha creduto al fatto che il ragazzo si sia aperto così tanto con uno sconosciuto, con "quella parrucca" e soprattutto davanti alle telecamere:

Una tv che unisce le famiglie come accadeva un tempo con i grandi eventi trasmessi dal piccolo schermo:

Il terzo tutor è stato un ragazzo ucraino che inizialmente non ha gradito la presenza del boss poiché impacciato con le dirette tv, causando non pochi problemi alla trasmissione rigorosamente in diretta. Successivamente si è lasciato andare e ha parlato della sua vita privata: in Ucraina Sheva, questo il suo nome, studiava ingegneria meccanica per poi decidere di lasciare gli studi e lavorare e aiutare la sua famiglia, ora lontana. Boss a parte, stasera QVC avrà beneficiato della promozione in prima serata a Boss in incognito? Ecco cosa ne pensano gli utenti di Twitter:

Critiche verso il boss Paolo Penati non apprezzato come quelli delle scorse puntate:

Alla fine il boss ha regalato viaggi in Messico e negli Stati Uniti ai suoi dipendenti, un corso d'inglese e molti contratti a tempo indeterminato. Paolo Penati ha anche cercato di analizzare gli aspetti negativi della sua Azienda per poter migliorare rendendo più soddisfatti i suoi collaboratori. Alla fine è saltato fuori un particolare piuttosto interessante: uno dei dipendenti lo aveva scoperto, aveva capito che fosse uno dei dirigenti di QVC. E, dulcis in fundo, al ragazzo ucraino, che non vedeva la famiglia da 7 anni, gli ha offerto un bel viaggio nel suo paese.

Boss in Incognito, Paolo Penati diventerà operatore di call center
Boss in Incognito, Paolo Penati diventerà operatore di call center
A
A "Boss in incognito" si rimprovera solo la presenza invasiva della telecamera
Il
Il "Giass" di Luca e Paolo fa flop, stravince "Un Medico in Famiglia"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni