Il successo non è stato solo sul campo, anche il telecomando ha dato ragione alle ragazze mondiali. Le azzurre di Milena Bertolini, che il 25 giugno hanno battuto per 2-0 la selezione cinese guadagnandosi l'accesso ai quarti di finale dei campionati del mondo di calcio femminile, continuano a confermarsi un fenomeno mediatico interessantissimo, a giudicare dal chiacchiericcio che sviluppatosi in patria sul tema del calcio femminile in queste ultime settimane, certificato da ascolti da capogiro degni della nazionale maschile.

Il confronto può apparire di cattivo gusto, ma l'utilizzo di questo parametro è sensato se si considera che le partite della nazionale maschile sono tra gli eventi più visti in Tv. Ebbene, dopo l'enorme successo della prima partita della nazionale di calcio femminile trasmessa da Rai1 in prima serata – oltre 6 milioni di telespettatori per Italia-Brasile di qualche giorno fa – le azzurre portano a casa un altro risultato da capogiro, con un 30.8 % di share e 3.963.000 telespettatori registrati nella fascia oraria tardo pomeridiana (la partita iniziava alle 18). Anche il dato di Sky è molto interessante: 616 mila spettatori medi con il 4,9% di share e 1 milione 250 mila contatti unici, il 15,4% in più rispetto ai 534 mila spettatori medi registrati in occasione di Giamaica-Italia giocata allo stesso orario.

È presto per dire come si possano interpretare questi dati. Il boom improvviso di questi mondiali non può considerarsi come una consacrazione del calcio femminile, ancora lontano dal mettere radici nel nostro tessuto culturale. Ma è indubbio come, grazie all'impegno di Sky e alla prontezza mostrata dalla Rai nel capire che le partite delle azzurre potessero meritare il palcoscenico della prima rete, stia nascendo qualcosa che potrebbe consolidarsi nei prossimi anni. La televisione, in questo processo, avrà un ruolo determinante. Ma visto che siamo ancora in gioco, ora lo sguardo ora è rivolto a sabato 29 giugno, quando le ragazze della nazionale affronteranno nei quarti di finale le avversarie ostiche dell'Olanda. La partita è prevista per le ore 15 e, con ogni probabilità, verrà trasmessa ancora da Rai1.