video suggerito
video suggerito

Boldi “cacciato” da Cesano Boscone, aveva provato a incontrare Berlusconi

Massimo Boldi è stato allontanato dalla Fondazione Sacra Famiglia di Cesano Boscone, dove Silvio Berlusconi presta assistenza agli anziani. Il comico aveva chiesto d’incontrare l’ex Premier.
A cura di Stefania Rocco
379 CONDIVISIONI
Immagine

I rigidi controlli di sicurezza volti a garantire l’incolumità di Silvio Berlusconi all’interno della Fondazione Sacra Famiglia di Cesano Boscone, si sono scontrati con il desiderio di Massimo Boldi d’incontrare l’ex Premier. Il comico è stato protagonista di una disavventura, avvenuta proprio nella struttura all’interno della quale Berlusconi presta assistenza ai malati di Alzheimer. Dopo che un contestatore aveva cercato di introdursi all’interno della casa di cura per incontrare Berlusconi, i controlli all’ingresso sono diventati più severi che in passato. È impossibile superare i vari punti di controllo sparsi per la struttura e raggiungere il reparto San Pietro – quello nel quale l’ex Premier presta assistenza – senza un’autorizzazione da parte del personale di sicurezza. L’impresa è stata tentata nella giornata di ieri da Boldi che, in tarda mattinata, si è avvicinato al reparto chiedendo d’incontrare il leader di Forza Italia. In quanto “persona non autorizzata”, il noto comico si è visto negare l’ingresso e, compresa la situazione, è stato accompagnato all’uscita. Dalla struttura, spiegano che “tutto sarebbe accaduto in un’atmosfera rilassata”. Intorno alle 13.30, Massimo è stato visto lasciare la struttura attraverso un ingresso secondario, lo stesso che ha imboccato anche Berlusconi a bordo della sua auto una volta terminato il suo turno.

Curiosi e contestatori, troppi quelli che chiedono di vedere Berlusconi

Nella stessa giornata, già altre due persone erano state allontanate dalla Sacra Famiglia. Poco prima delle 14, i carabinieri hanno fermato e identificato un 38enne che era stato visto gironzolare fuori dall’istituto. L’uomo farfugliava frasi senza senso fino a quando è entrato all’interno della struttura, chiedendo di poter parlare con l’assistente social dell’ex Premier. L’uomo è stato allontanato. Nelle stesse ore, un anziano si è avvicinato ai cancelli d’ingresso recando in mano una lettera che sperava potesse essere consegnata a Berlusconi. L’uomo, fermo all’esterno, ha dichiarato di conoscere Silvio fin da quando aveva 8 anni.

379 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views