Per Bianca Atzei, dopo l'esperienza all'Isola dei Famosi, non è un anno qualsiasi. Archiviata la sua storia con Max Biaggi, finita proprio alla vigilia dell'esperienza in Honduras, la Atzei sta di fatto ripartendo, forte del grande apporto motivazionale del suo percorso sull'Isola. In un'intervista a Domenica Live la cantante ha affrontato il tema del ricovero in ospedale recente (che la costrinse proprio ad assentarsi dal programma della D'Urso) e dei suoi inizi artistici, quando era proprio corista del programma domenicale condotto dalla presentatrice napoletana:

“Quell’anno – ha svelato Bianca – avevo fatto tutte le selezioni di Amici, ma poi non mi avevano preso. Dopo avermi visto nella prima puntata a Domenica Cinque, mi richiamarono, ma io non accettai e rimasi con te Barbara, perché l’esperienza da corista è stata molto pimportante e penso sia la base per chi vuol fare la cantante.”

La fine con Biaggi senza una ragione

Poi, tra un ricordo della nonna 95enne scomparsa di recente ed alcuni accenni alla sua carrierea, è stato il momento di affrontare l’argomento Max Biaggi: “L’amore può finire ma è stata la storia d’amore più bella della mia vita. Lui mi amava alla follia, e io gli ho dato tutta me stessa. Non so se ha detto veramente di aver eliminato il superfluo, ma spero non lo abbia detto, perché mi avmava veramente". La Atzei non risparmia da elogi l'ex compagno, che pure ha preso quella decisione di lasciarla all'improvviso, senza fornirle un motivo:

Qualsiasi donna merita un uomo che abbia il coraggio e le palle di dirti che qualcosa non va. Lui mi ha detto che voleva stare da solo. Ma dopo due anni e mezzo e avergli dato tutta me stessa, e dopo aver fatto per lui cose che non tutte avrebbero fatto, meritavo un motivo, una giustificazione.

Dopo l'Isola, vita d'artista

A cambiarla è stata proprio l'esperienza in Honduras: “Sono stata all’isola, e ho girato pagina, e nella pagina nuova c’è una nuova storia d’amore e sono io. Le cose più importanti nella vita sono la famiglia e quello che amo fare, ovvero il canto.”