La domenica della tv è andata in onda nel segno della polemica a distanza tra Selvaggia Lucarelli e Barbara D'Urso. La giornalista de "Il Fatto Quotidiano", ospite a "Domenica In", ha parlato indirettamente della conduttrice di "Domenica Live", quindi senza mai menzionarla, spiegando che non si può dire a favore delle donne se poi si ospitano personaggi in studio come quelli che hanno conquistato la cronaca degli ultimi giorni. Il riferimento chiarissimo a Luigi Mario Favoloso e ai motivi della sua squalifica, sul quale peraltro è stata improntata buona parte della puntata di ieri pomeriggio, è chiaro ma la D'Urso non lo lascia passare e a fine puntata lancia una frecciatina proprio per Selvaggia Lucarelli.

La frecciata a Selvaggia Lucarelli

Prima di chiudere il programma, Barbara D'Urso mostra un ultimo servizio in cui vanno in onda tutti i comportamenti sbagliati dei reality show puniti poi con una squalifica. Vanno quindi in onda estratti video da vecchie edizioni del Grande Fratello, da "La Fattoria, da "L'Isola dei Famosi" e dal "Grande Fratello Vip", proprio per dimostrare che in tutti i reality show ci sono stati comportamenti sanzionati con la squalifica. La D'Urso ha quindi dichiarato che "sarebbe il caso di voltare pagina e non sfruttare questa cosa per andare in tv".

Selvaggia e la maglietta a Ballando con le stelle

Intanto, mentre la D'Urso difendeva il Grande Fratello, la Lucarelli continuava a contrattaccare parlando della frase offensiva scritta su una maglietta da Favoloso, un gesto che gli è costata la squalifica. Su quella maglietta ci sarebbe stato scritto "Selvaggia suca", la Lucarelli risponde che quell'atteggiamento in fondo non l'ha stupita.

Perché l'abbia fatto non lo so. L'ho scoperto da un personaggio della casa, ma non mi ha stupito. Mi ha stupito che entrasse al GF. Si sa che l'intrattenimento non prevede Dulbecco e Margherita Hack nella casa, ma ci sono dei limiti. Conoscendo i pregressi, visto che fa parte di gruppi sessisti in cui l'apologia divertita dello stupro è il black humor, ma quello va saputo fare.

Mentre su Barbara D'Urso:

Io posso non esserle simpatica, questo succede ed è assolutamente comprensibile, non chiedo di esserle simpatica, lei non è simpatica a me. Però se qualcuno in un mio contenitore offendesse lei, per me quella persona è fuori. Ci sono delle persone che hanno scritto delle cose su di lei e che io ho dovuto cancellare delle cose su persone che non sopporto. Quel registro non è accettabile. Quello visto è un segnale molto negativo, tanto più che arriva da una persona che dice di essere a favore delle donne. Bisogna essere coerenti nella vita, non si abbandona la lotta a seconda degli ascolti.