Si ricomincia a parlare di musica, sogni, desideri, percorsi… e anche di realtà. Da stasera, tutti davanti agli schermi di Sky – e in streaming su NOW TV – per tornare a vivere emozioni nuove, che hanno acquistato – specialmente durante l’ultimo anno – volume e risonanza più forti che mai. XF2020 – la nuova edizione dello show – torna, tra conferme e novità, ad unirci attraverso la musica.

Quello che le note non dicono

Qualunque sia lo strumento o la voce, la finalità della musica è quella di trasmettere storie che ciascuno può riconoscere come proprie. Un linguaggio universale che lavora e unisce oltre le parole. E se le note, di per sé, raccontano “solo” emozioni, al resto ci pensano i protagonisti dello show: gli aspiranti vincitori, il conduttore (il “fedelissimo” Alessandro Cattelan) e i giudici, i fantastici quattro di questa edizione – Manuel Agnelli, Mika, Emma Marrone e Hell Raton. È proprio dalle loro storie – attraverso sguardi, dialoghi, intese – che emergerà il senso della vita spesa per un sogno.

X Factor 2020, Back to Music

Dopo la selezione a porte chiuse, dal 29 ottobre i giudici saranno pronti a guidarci nel “vivo” del programma. Proprio così: quello che ci aspetta va oltre la superficie, a sfiorare l’anima degli aspiranti musicisti (e dei loro mentori). Tutti metteranno in gioco il talento e la propria sensibilità, artistica e umana – che, senza il “rumoreggiare” del pubblico in sala, sarà ancora più determinante. Tutto ciò che nelle edizioni passate rimaneva “non detto” potrà ora affiorare e diventare una conversazione più profonda. Con le parole di Mika, questa edizione sarà un vero e proprio schiaffo di freschezza.

Largo alle emozioni

Anche Luigi Antonini, il regista della trasmissione, descrive l’obiettivo di creare per X Factor 2020 un headquarter, un vero centro dove la musica nasce. E questo si percepisce ovunque. Nel corso delle selezioni, le scenografie (senza lo spazio in origine destinato al pubblico) saranno completamente rivoluzionate, diventando essenziali e rigorose ma di grande impatto. La scena sarà occupata a 360°, ad assumere un linguaggio diverso dai precedenti: l’occhio della telecamera potrà cogliere i dettagli e le prospettive di ogni storia… senza nessun’ombra. L’obiettivo? Catturare ogni sfumatura, fremito e sorriso per portare le emozioni in primo piano.

Non solo “cover”

Uno dei cambiamenti più attesi di XF2020 – che sin dalle selezioni lascia ancora più spazio agli artisti e alla loro creatività – riguarda gli inediti. Che, negli anni precedenti, avevano un tempo e un “luogo” ben preciso (con una puntata dedicata) e che in questa edizione da subito verranno ulteriormente valorizzati – fino a diventare il secondo “polo” del format. Proprio i brani inediti, infatti, permetteranno di scoprire le vere passioni degli artisti in competizione e di ascoltare il loro racconto, autentico e sempre nuovo.