Aveva il ciuffetto fucsia ed era di colore rosa, le sembianze erano quelle di un cane e riempiva i pomeriggi e le domeniche mattine dei bambini dal 1983, per oltre 15 anni. Oggi "Uan" compie trent'anni, facendo la sua prima apparizione in Bim Bum Bam, il 12 settembre 1983. Fu creato dal Gruppo 80, già "animatore" degli altri pupazzi della Fininvest, mentre la voce era quello di Giancarlo Muratori, storico autore del programma. Mentre dopo la morte di quest'ultimo nel 1995, la voce di Uan fu affidata a Pietro Ubaldi, già voce di un'altro pupazzo, Four di "Ciao, Ciao".

In sedici edizioni del programma, dal momento in cui "Bim Bum Bam" passo ad Italia 1, dopo essere nato sull'emittente privata "Antenna Nord", il pupazzo "Uan" è stato l'unico personaggio sempre ricorrente, diventando un vero e proprio punto di riferimento per tutti i bambini, complice anche la caratterizzazione che veniva data al suo personaggio. "Uan" veniva presentato come un cane che viveva di giochi e di dispetti, ma anche di scuola e di tempo libero, in piena linea con il target a cui la trasmissione faceva riferimento.

Da Paolo Bonolis a Debora Magnaghi, tutti i "partner" di Uan. La carriera televisiva del pupazzo "Uan" è stata ricca di intermezzi, fra gag e risate, con numerosi personaggi entrati nella storia dell'intrattenimento per bambini. Paolo Bonolis, storico conduttore di ben nove edizioni, è stato il suo partner ideale, al punto che alcune "operazioni nostalgia" in tv, come l'ultima a "Tutti pazzi per la Tele", viene spesso riproposto il loro fatidico incontro. Ma nel corso degli anni ha lavorato anche con Licia Colò, Manuela Blanchard Beillard (la storica "Manu"), con Marco Bellavia, Carlotta Brambilla, Carlo Sacchetti e con Roberto Ceriotti e Debora Magnaghi. Con questi ultimi si svilupperà le maggiori gag del periodo post-Bonolis.

Tanti auguri a Uan, dunque, simbolo di un'infanzia dorata, periodo indimenticabile di molti trentenni di oggi.