Una telefonata sconvolta al Dipartimento di Los Angeles: "Ho sparato a mia moglie". Gli agenti arrivano sul posto, è l'abitazione di Michael Jace, attore reso famoso dal ruolo del controverso poliziotto omosessuale Julian Lowe in "The Shield". L'attore ha sparato, colpendo a morte, sua moglie April Jace di 30 anni, davanti agli occhi dei loro tre bambini, trovato in stato confusionale, gli investigatori lo tengono in stato di fermo, come riferisce la CBS, ma non in stato di arresto.

Michael Jace e la moglie April
in foto: Michael Jace e la moglie April

Una tragica fatalità. Potrebbe essersi trattato di un assurdo incidente domestico, secondo le rivelazioni dell'officer Sara Faden, a capo delle indagini: "Sembra che tutto sia stato scaturito da un assurdo incidente". Assurdo è il termine più vicino che possa descrivere qualcosa di difficile da immaginare e da credere possibile, così come fanno fatica i vicini che rivelano di una coppia, di una famiglia felice ed i colleghi che hanno condiviso con Michael Jace il set di "The Shield" per sette stagioni.

The Shield raccontava la vita in polizia di un gruppo di ufficiali molto violenti, in particolare quella del detective Vic Mackey, brusco, violento e corrotto, in grado di tutto pur di ottenere quello che vuole. Il personaggio di Michael Jace era, appunto, Julian Lowe , una matricola giunta da poco all'Ovile, omosessuale che cerca di reprimere la sua attrazioni per gli uomini per fare in modo che questo non vada a compromettere i rapporti sociali nel suo lavoro. Le indagini sull'omicidio di April Jace proseguiranno, nel frattempo la famiglia si stringe tutta intorno al dolore e chiede riservatezza e massima cautela nel trattare la notizia.