Arisa è l'ospite della puntata dell'8 settembre 2020 di Oggi è un altro giorno. L'artista lucana ha presentato il suo nuovo brano "Ricominciare ancora" nello studio di Serena Bortone per poi parlare a 360 gradi del suo ultimo lavoro, per fare un bilancio della carriera e della sua vita: «Arisa o Rosalba? Le donne sono moltitudini. Abbiamo una vita sola e bisogna cercare in questa vita di capire i propri errori, addrizzare il tiro e ricominciare ancora, ancora meglio e sempre di più».

Le parole di Arisa

Arisa spiega anche i motivi che l'hanno spinta a pubblicare la foto di cui in tanti hanno parlato, quella con le rotondità in bella vista, apprezzata come manifesto del body positive.

Io mi sento bella. Avevo un costume arancione, una cosa non pensata e non studiata da un ufficio marketing. Ero al mare da sola e all'alba dei trentotto anni mi guardavo e mi riguardavo. Mi vedevo sta pancia e mi sono promessa che non mi sarei mai più preoccupata del mio aspetto fisico. Le arance perché ho le tette grosse, il panino al latte perché quando vai al supermercato e mi sembravano i rotolini. La dea è la nostra possibilità, la nostra femminilità, siamo tutti delle dee.

«Noi siamo il miracolo, gli esseri viventi sono un miracolo da celebrare sempre» dice Arisa che poi racconta della sua voce, che non è mai stata sempre uguale:

La mia voce non è sempre uguale. Quando ero ragazzina arrivò uno stereo con dei cd, sembrava che fosse chissà che, forse un'astronave. Ascoltando Mariah Carey mi sono resa conto che potevo imparare. E ho imparato.

Il massaggio ai piedi a Franca Valeri

Serena Bortone le mostra un video di Franca Valeri, l'attrice recentemente scomparsa dopo aver compiuto cento anni: «L'ho conosciuto una sera a cena insieme a Pino Strabioli. Le feci un massaggio ai piedi perché aveva dolore. Perché le feci un massaggio ai piedi?». È sempre la solita imprevedibile Arisa: «Ho un fidanzato. Maschio. La differenza tra un uomo e una donna è freudiana. Come dice Freud, noi donne siamo un po' masochiste e se soffriamo è solo perché siamo più ricettive». Quando Serena Bortone le fa notare: «Arisa, oggi sei accesissima!», lei replica: «Sono accesissima perché ho preso il fosforo!». Fantastica Arisa. Irripetibile.