Nelle ultime settimane Arisa è tornata a parlare di sé, partendo innanzitutto dalla musica, il suo desiderio di tornare a cantare dopo un certo periodo di distacco dal mondo dello spettacolo. La cantante è stata ospite nella puntata di Vieni da me, di lunedì 25 maggio, durante la quale ha parlato degli inizi della sua carriera, ma anche della sua vita privata.

Arisa e la questione della parrucca

Proprio nei giorni scorsi Rosalba Pippa ha fatto scalpore sui social scrivendo un post, che andava a corredare uno scatto in cui lei indossava una parrucca. La scelta di tagliare i capelli cortissimi è stata dettata da una necessità di cui la cantante ha recentemente parlato, dal momento che soffre di tricotillomania e su Instagram ha scritto: "Io non sono come tu mi vuoi, ma vado bene lo stesso. Sono un essere umano, una donna e mi spiace che una parrucca sia un valido espediente per farmi amare da te". Ed proprio da queste parole che Caterina Balivo ha iniziato la lunga chiacchierata con Arisa, che ha dichiarato in merito:

La vera Arisa è Rosalba con i suoi capelli. Però a volte mi faccio indurre in tentazione perché i miei followers mi fanno capire che mi amerebbero molto di più se avessi una bellezza canonica. Alcuni followers di passaggio hanno sempre da dire sul mio aspetto fisico e penalizzo le mie canzoni perché se fossi più attraente, i miei brani avrebbero un riscontro diverso.

Il provino ad Amici andato male

La sua passione resta comunque la musica e lo dimostra parlando dei suoi tentativi di realizzare il suo sogno, a prescindere da quanto possa essere rilevante l'aspetto fisico, soprattutto se l'esigenza di raccontare e volersi esprimere passa attraverso una forma artistica: "Essere al posto giusto nel momento giusto è molto importante, però, poi se non hai niente da dire e niente da dare te ne torni a casa." Parlando proprio di "posti giusti" dove poter mostrare il suo talento, Arisa ricorda il suo provino ad Amici che non è andato a buon fine e al suo posto scelsero un altro volto noto del talent di Canale 5: "Presero Antonino Spadaccino e una ragazza di Napoli che si chiamava Maddalena. Un po’ mi è dispiaciuto perché avrei voluto continuare l’amicizia con Antonino".