Il 15 aprile 2020 segna il decennale della morte di Raimondo Vianello, tra i volti che più hanno segnato la storia della televisione e dello spettacolo italiano. Tanti gli artisti e i conduttori coi quali Vianello ha lavorato, tanti coloro per i quali è stato un mentore, specie negli ultimi vent'anni di carriera. Tra questi senza dubbio c'è Antonella Elia, recentemente uscita dalla lunga esperienza al GF Vip, dove ha sfiorato la vittoria, che in Raimondo Vianello ha trovato un vero e proprio maestro, lavorando al suo fianco per tre anni, dal 1993 al 1996, alla co- conduzione di "Pressing", programma di approfondimento sportivo di Italia 1 della domenica sera.

Antonella Elia ricorda Raimondo Vianello

Il ricordo di Antonella Elia passa attraverso Instagram, con la pubblicazione di una vecchia fotografia in bianco e nero che la ritrae insieme a Raimondo Vianello e una dedica del conduttore: "Ad Antonella, indimenticabile collega e amica". Queste la dedica di Elia a Vianello:

Ci sono persone che passano attraverso la tua vita come meteore, abbagliano per un attimo e poi scompaiono senza lasciare traccia del loro passaggio e persone che la incidono, la scuotono e la trasformano per sempre e anche quando non ci sono più, rimane una presenza indelebile, come se non fossero mai andate via.
Raimondo, ho fatto un pezzo importante della mia strada insieme a te che mi hai guidata e insegnato molto di quello che so. Oggi sono 10 anni che te ne sei andato ma per me è come se tu fossi ancora accanto a me con la tua ironia unica e i tuoi insegnamenti sinceri.
Grazie di tutto.

Antonella Elia e i Tre Tenori della Tv

Rimondo Vianello non è stato il solo grande uomo di televisione con cui Antonella Elia abbia avuto la fortuna di collaborare. Nella sua carriera è riuscita a lavorare a stretto con tutti e tre "i tenori" della Tv, come li aveva definiti Maurizio Costanzo in una storia puntata speciale di fine anni Novanta. Prima Corrado, affiancato in qualità di valletta a La Corrida nel 1990, poi Mike Bongiorno, con il quale Elia ha lavorato in tre programmi: Festival Italiano, Bravo Bravissimo e, soprattutto, La Ruota della Fortuna.