Non è passata inosservata la domenica pomeriggio di Andrea Pucci nel giorno del derby milanese Inter-Milan. La partita si è conclusa con un 3 a 0 dei nero azzurri e Pucci, conduttore della Pupa e Il Secchione e interista sfegatato, non ha potuto fare a meno di festeggiare fuori dallo stadio San Siro in mezzo agli ultras. Peccato però che il conduttore non sembri affatto attento a rispettare le norme igienico sanitarie imposte dall'emergenza. E così Pucci sfida il Covid-19 tra baci, abbracci e feste in mezzo agli ultras.

Andrea Pucci sfida il Covid tra una folla di tifosi

Il video lo ha postato lui stesso condividendo su Instagram le numerose Stories caricate dai fan. La scena è molto chiara e ben visibile. Nei pressi dello stadio San Siro tra una folla di tifosi, Pucci impugna un megafono e, mascherina abbassata, dirige i cori di esultanza. La mascherina continua a non coprire naso e bocca nemmeno durante i selfie con e fan e, come se non bastasse, il conduttore saluta, bacia e stringe a sé i simpatizzanti. Il video ha suscitato inevitabili polemiche sui social, soprattutto perché poco tempo prima il comico milanese era stato il volto di una campagna di sensibilizzazione contro il Covid circolata proprio sui social.

Accuse via Twitter ad Andrea Pucci

Il conduttore, attualmente in onda su Italia 1 con le puntate de La Pupa e il Secchione, si è concesso una domenica di svago che gli è costata non pochi attacchi sui social. Su Twitter il video in mezzo alla folla di ultras ha circolato accompagnato da commenti come: "Pagliaccio", “Baci, abbracci, tutti appiccicati, niente mascherina. Che schifezza”, "Spero che Mediaset veda il filmato" e chi semplicemente fa notare che il conduttore posa le labbra sul microfono che gli viene passato in mano, senza curarsi del contagio. La polizia è arrivata solo in un secondo momento per mettere fine alla manifestazione e sgomberare la zona da ogni tipo di assembramento.