Andrea Melchiorre, bloccato in Sardegna perché positivo al Coronavirus, ha chiesto ai suoi follower se deve essere lo Stato ad accollarsi le spese extra per il fitto dell'appartamento, data la sua positività al Covid-19. Si è aperto il dibattito in rete, scatenando tante polemiche circa i dubbi e i temi mossi dall'influencer ex "Uomini e Donne".

La polemica di Andrea Melchiorre

In una serie di Stories, Andrea Melchiorre ha poi detto di sentirsi bene, di aver fatto il primo tampone e di sperare che sia negativo. «Ho rimandato i buoni propositi di settembre perché voglio farli da Milano, voglio tornare a Milano». La sua quarantena, per adesso, continua nell'appartamento con tanto di spiaggia privata in Costa Smeralda. Anche per questo si è creata la polemica, poi in un successivo intervento ha spiegato: «Io penso che le spese debbano essere a carico dell’inquilino, anche se non è chiara la situazione». A Ogni Mattina, il programma di Tv8 condotto da Alessio Viola e Adriana Volpe, ha spiegato: «Sfruttare l’onda mediatica di un contagio o di un tampone positivo per fare pubblicità, no. Sono contrario anch’io, fondamentalmente. Però l’influencer, quello che fa, è semplicemente raccontare la sua quotidianità. Almeno io parlo nel mio caso. Le storie le facevo sia prima che adesso».

Andrea Melchiorre è in Sardegna dal 2 agosto

Andrea Melchiorre ha fatto sapere al pubblico di essere tuttora in buonissima salute. L'influencer si trova in Sardegna dal 2 agosto ed è risultato positivo al coronavirus. Come ha dichiarato sin da subito, al momento di riscontrare la sua positività intorno al 20 agosto, ha cercato di mettersi in contatto con la maggior parte delle persone con cui è stato a contatto. Su Instagram, ha raccomandato tutte le persone con cui ha fatto foto di controllarsi e di fare il tampone. L'influencer è sempre stato asintomatico.