Anche Maria De Filippi ha detto "Termostato", tormentone dei JackaL che quest'anno è approdato più volte sul palco dell'Ariston. La co-conduttrice del Festival di Sanremo ha voluto giocare anche lei con la parola scelta quest'anno dal gruppo di videomaker napoletani per essere a Sanremo senza esserci fisicamente. La De Filippi ha inserito la parola all'interno di una discussione con Carlo Conti, alla fine dell'esibizione del ballerino JustSomeMotion, dicendo: "Faceva caldo giù perché si è rotto il termostato".

Perché  la scelta della parola "termostato"

Ma perché "termostato"? La parola non è stata scelta a caso, ma fa parte di uno dei video virali che il gruppo napoletano, famoso per i video ironici sui "Gomorra", ovvero "Gli effetti di Gomorra la Serie sulle persone" (le cui prime tre puntate sono note come la trilogia della frittura) o serie come "Gay Ingenui" (a cui ha partecipato, tra gli altri, Alessandro Cecchi Paone), ha celebrato il nuovo anno. Il video si chiama "10 modi per evitare la domanda: Cosa fai a Capodanno?" e tra le modalità per scoraggiare gli altri dal porre la solita, annosa, domanda è proprio rispondere "Termostato", lasciando interdetto l'interlocutore: "Studi antropologici dimostrano che la parola termostato, se usata in modo corretto, ovvero completamente a caso permette di uscire da situazioni imbarazzanti come un esame universitario o un crimine".

La sfida raccolta sul palco dell'Ariston

Nei giorni scorsi erano stati anche alcuni ospiti e cantanti in gara a giocare assieme ai The JackaL (che già lo scorso anno convinsero alcuni cantanti a dire espressioni chiave durante le esibizioni), raccogliendo le loro sfide, da Paola Cortellesi, ospite della prima serata, ma anche Michele Bravi, e ieri sera Clementino sul palco e Lodovica Comello in una autointervista dal suo albergo.