Se c'è un volto simbolo della serialità televisiva a livello internazionale, è quello di Álvaro Morte. L'attore spagnolo, protagonista de La Casa di Carta nel ruolo del professore, ovvero la mente da cui parte la storia della serie, è senza ombra di dubbio uno dei più ricercati in questo momento e gode di un attenzione enorme a livello mediatico di cui non c'è bisogno di spiegare le ragioni, visto che la serie spagnola è certamente tra le più chiacchierate e richieste, vista anche la popolarità indiscussa di cui gode presso varie fasce d'età, essendo La Casa di Carta una serie molto trasversale per tipologia di pubblico.

Le proposte da Hollywood

Scontato, dunque, l'interesse di Hollywood, che come si sa è per molti artisti del campo l'olimpo assoluto. Ma non per Morte, che in un'intervista recente ha rivelato di aver detto di no a un progetto arrivato proprio dall'America: "Mi avevano proposto una commedia ad Hollywood, assieme a una famosa attrice americana, ma ho rifiutato perché non mi piaceva la sceneggiatura. In questo momento preferisco decidere il progetto da realizzare sulla base di ciò che mi piace, non del richiamo internazionale che potrebbe avere".

I progetti futuri di Alvaro Morte

Anche perché l'attore spagnolo non è certo a corto di lavoro. Ad esempio è tra i protagonisti della serie The Head, un thriller psicologico ambientato in Antartide, ed è contemporaneamente al lavoro sulla nuova serie prodotta da Amazon Prime StudiosLa Ruota del tempo. Contesti in cui l'attore spagnolo sarà chiamato a recitare in inglese, nonostante lui stesso abbia affermato di non avere alcuna intenzione di staccarsi dal suo cordone ombelicale: "Non darò priorità ad un grande progetto internazionale rispetto ad un piccolo progetto in Spagna. Non prediligo un progetto internazionale per il solo fatto che è internazionale".