Ospite del Maurizio Costanzo Show nella puntata del 2 maggio, Alfonso Signorini confessa di aver vissuto anche lui un amore senza volto. Era il 2009 quando fu contattato a mezzo social network da tale Lorenzo Coppi, medico bellissimo e sensibile, ad Haiti per una missione umanitaria. La confessione arriva nella prima parte della puntata, di fronte al pubblico attonito che non ha potuto fare a meno di rintracciare una serie di somiglianze con la vicenda di Pamela Prati:

Io capisco Pamela Prati perché anch’io sono stato come lei. Nel 2009 fui contattato sul mio profilo Facebook da un tale che si chiamava Lorenzo Coppi. Bello come il sole, biondo, atletico. Cominciò a contattarmi dicendo che era mio fan. Medico in servizio ad Haiti, mi disse che voleva conoscermi meglio. Non mi reputo un cretino, ma ho lasciato andare tutte le mie difese. A un certo punto deciso di andare ad Haiti per conoscerlo perché ero pazzo di lui. Mi disse che non era possibile, che così avrei messo a repentaglio la mia sicurezza.

L’intervento di Donna Pamela

Nella storia di Signorini con Lorenzo Coppi si inserisce a un certo punto Donna Pamela, donna che il giornalista rintraccia in Pamela Perricciolo, attuale manager della Prati: “Nel frattempo vengo contattato da Donna Pamela, attuale manager di Pamela Prati, che diceva di essere la migliore amica di David. Questa storia è inquietante, l’ho vissuta sulla mia pelle e mi hanno fregato. La stessa seconda agente di Pamela Prati si dice sposata con Simone Coppi, nipote del magistrato che difese Andreotti”. Innamorato e sempre più deciso a conoscere l’oggetto della sua passione, Signorini avrebbe cominciato a far pressioni pur di poter incontrare Lorenzo:

Succede che io comincio a prendere contatti forzatamente con questa Pamela per Lorenzo. Li metto alle strette, dicendo che volevo vederlo. Lui diceva di no per ragioni di sicurezza. Decidemmo di sentirci. Mi chiamò ma al telefono c’era la voce di una donna. Ho ancora su Facebook tutte le chat sia con la signora Pamela, sia con il signor Lorenzo Coppi. Uno non esisteva, l’altra non era degna di nota.

I consigli di Signorini a Pamela Prati

Signorini aveva già raccontato su Chi parte della sua storia, pur senza ancora uscire allo scoperto con il suo nome. Mettendoci la faccia oggi, confessa di avere sentito la showgirl sarda per metterla in guardia rispetto a quello che ritiene sia un sistema del quale lui stesso avrebbe fatto le spese: “Ho sentito Pamela Prati e l’ho anche messa in guardia ma non ho capito se è vittima o è carnefice. Il matrimonio? Troverà un prestanome per l’8 maggio. Basta pagare. Vi consiglio di controllare i documenti”.