La terza storia della terza puntata di C'è posta per te è relativa a una relazione interrotta, data dal tradimento di Alessandro alla sua Florinda. La donna lo aveva perdonato ma solo a patto che lui raccontasse tutta la verità, una verità che non è mai arrivata perché lui ha continuato a sentire una collega dopo mesi di relazione. Lui però dice che si è trattato solo di una conversazione testuale: "Solo due mesi di messaggi perché si sentiva sola". Lui è pronto a ricominciare: "Se mi perdoni, se mi lasci entrare nel tuo cuore di nuovo, io non ti ferirò più". Florinda è disperata: "Io ti ho perdonato, hai fatto una cosa schifosa e comunque sono riuscito a perdonarti".

La reazione di Florinda

Lei nel mese in cui lo ha perdonato, ha dichiarato di essersi sentita una ladra perché lo controllava di nascosto: "Non avevo fiducia e avevo ragione". 

Ci pensavo in questi giorni a una vita senza di lui. Ci pensavo. Pensavamo a dei figli, ma alla fine farò la nonna. Nel mio quarantesimo compleanno, tre anni fa, mi ha chiesto di sposarlo. Ma per me contava solo stare con lui, non mi interessava il matrimonio. Mi ha distrutta, mi ha fatto veramente del male. Non avevo mai provato un dolore così grande. Non è vero che con l'altra donna si sono visti una sola volta. So che si sono visti il 21 giugno, ho saputo da fonti certe che era con lei. Era il giorno del compleanno di Alessandro. Poi ho scoperto i messaggi anche con un'altra collega. Sembrava che da parte di lei ci fosse un piccolo sentimento. Se una donna dice ‘Mi manchi'… Diceva di avere capito e poi ha iniziato con un'altra.

Come molto spesso accade in casi come questo, la mediazione di Maria De Filippi si rileva alla fine fondamentale: "Sei una donna forte, sei rimasta al suo fianco anche quando hai saputo che soffriva di Sclerosi multipla. Sono dodici anni che state insieme, fregatene". Lei alla fine si convince: "Ti darei uno schiaffo. Non farmi soffrire più. Mi hai distrutta". E alla fine apre la busta.