È stato un esordio piuttosto turbolento quello di Alessandro Santagati, il campione di scacchi di Catania de La Pupa e il Secchione e viceversa, viste le frizioni che ci sono state sin dai primi giorni con la sua partner, la pupa Martina De Maria. La ragazza immagine romana, infatti, non sembra aver ben digerito la presenza Stantagati e ha fatto capire senza mezzi termini di non essere soddisfatta del secchione. Dal canto suo, il siciliano si è mostrato tollerante e, nonostante le prime incomprensioni, ha fatto il possibile per ritrovate la serenità con la sua pupa. D'altronde pare difficile trovare motivi di scontro con il giovane, che al programma non ha avanzato molte pretese, se non quella di non separarsi mai dalla sua scacchiera.

Cosa è successo tra Alessandro Santagati e la pupa Martina De Maria

Non potevano essere più diversi: lui va forte nella logica, nella matematica, è il re degli scacchi, ama entrare nei meccanismi di gioco, lavorare d'intelletto insomma, mentre lei di aprire un solo libro non ne vuole sapere e, come nei più prevedibili dei cliché, è attentissima alla forma sua fisica. All'inizio ci hanno anche provato a venirsi incontro.  Santagati con pazienza le ha chiesto le tabelline, le ha fatto fare qualche conto a mentre, seppur con parecchi sforzi, e Martina lo ha convinto ad allenarsi in giardino e a perdere un po' di sudore. I risultati del secchione con gli esercizi per i glutei sono stati pessimi tanto quanto quelli di Martina con la matematica ("9 più 9 fa 10…", diceva lei), e ben presto sono iniziati gli scontri.

Martina non vuole dormire insieme a lui, Santagati cambia stanza

"Lui non si sforza. Non nota nemmeno le mie particolarità, mi distingue dalle altre solo guardando il costume", si è lamentata la pupa, delusa e irritata. Una discussione finita in lacrime per Martina, che è scoppiata a piangere perché non si sentiva in sintonia con Santagati, al punto da non voler nemmeno dormire con lui in villa. Il catanese, mortificato, ha cambiato stanza pur di accontentarla e la mattina dopo per farsi perdonare si è presentato davanti alla sua porta portandole la colazione. "Ognuno può dire quello che vuole, ma c'è modo e modo di farlo", si è giustificato lui, "non volevo fare nulla di male, ci siamo fraintesi".

Chi è Alessandro Santagati

Superate le difficoltà iniziali, ora Alessandro sta riuscendo a farsi conoscere. Nato nel 1987 a Catania, dopo il diploma di Liceo Scientifico il giovane ha deciso di dedicarsi all'insegnamento degli scacchi, da sempre la sua più grande passione. Per lui il sogno è diventare il più forte scacchista della sua generazione e per ora sembra essere sulla strada giusta. Stando al suo profilo sul sito del FIDE, federazione mondiale di giocatori di scacchi, Alessandro risulta essere uno dei sessanta più talentuosi del nostro paese, con una serie di vittorie alle spalle degna di nota. Anche sui social è parecchio seguito: per farsi conoscere dal grande pubblico ha aperto persino un canale Youtube dove carica i video delle partite. Ogni volta riesce a battere l'avversario che gli sta davanti. Un'abilità che gli ha permesso di conquistare il riconoscimento da parte di allievi e sfidanti, che lo hanno ribattezzato "Maestro Santagati".

Giocare con giocatori più forti è una grande opportunità di crescita

A post shared by Alessandro Santagati (@alexsuper87) on