Alberto Angela torna a stupire il pubblico italiano con un nuovo viaggio tra le bellezze artistiche e paesaggistiche dell'Italia, nella terza puntata di "Meraviglie – La penisola dei tesori" in onda martedì 2 aprile. Tra le tappe della serata, lo splendido Val di Noto in Sicilia, raccontato attraverso una serie di immagini spettacolari e due testimonial d’eccezione come Pippo Baudo, nato in quei luoghi, e Cesare Bocci, il Mimì Augello de "Il Commissario Montalbano". La scelta di quest'ultimo non è un caso: il segmento dedicato a questa terra ha infatti rievocato inevitabilmente alla mente la serie tv Rai, dal momento che i luoghi in questione sono proprio quelli che fanno da sfondo alle indagini del celebre poliziotto nato dalla fantasia di Andrea Camilleri. Una bella trovata da parte della Rai, che ha proposto la puntata di "Meraviglie" proprio a 24 ore di distanza dalla messa in onda di Montalbano, che con l'episodio "La giostra degli scambi" ha fatto ascolti straordinari nonostante fosse in replica.

Il Val di Noto percorso da Alberto Angela

Noto, Modica, Ragusa sono le principali tappe del percorso in Val di Noto, l'area sud-orientale della Sicilia che nel Settecento è stata la culla per l’ultima fioritura del barocco in Europa. Meraviglie sorte dopo il devastante terremoto del 1693 che fece decine di migliaia di vittime, "Il più grande cantiere del mondo", che ha incantato il pubblico e scatenato migliaia di commenti su Twitter. Proprio la serie di Montalbano, come ha ricordato Angela, ha reso il barocco grande co-protagonista delle vicende poliziesche del più celebre commissario televisivo. "Una concentrazione di arte e di cultura straordinaria", ha ricordato Bocci, "Siamo stati fortunati a girare proprio lì". Va dato atto certamente alla fiction di Rai1 di aver fatto scoprire ai telespettatori le bellezze artistiche di una zona dal fascino unico. E non è forse anche questo servizio pubblico?

Viaggio a Parma e nelle Grotte di Frasassi

La puntata ha visto Angela illustrare anche le meraviglie di Parma, esplorando in particolare il Duomo con la straordinaria cupola affrescata dal Correggio, la reggia di Colorno, il Teatro Farnese e il Teatro Regio, e compiendo un viaggio indietro nel tempo sulle ore di Giuseppe Verdi e Maria Luigia, seconda moglie di Napoleone. L'altro segmento della serata è stato un percorso all'interno del grandioso mondo sotterraneo delle Grotte di Frasassi, che si estendono per chilometri e sono situate nel territorio del comune di Genga (in provincia di Ancona).