Alba Parietti è stata la protagonista della puntata odierna de "La prima volta", il programma condotto da Cristina Parodi in onda subito dopo "Domenica In". Come aveva già anticipato via Instagram, Alba Parietti ha ricordato l'incidente drammatico avvenuto con la sua automobile. Un incidente avvenuto nel 2004, in auto con il suo compagno, in cui ha rischiato seriamente di morire.

Le parole di Alba Parietti

"Quel 4 novembre 2004 la mia vita è cambiata". Così esordisce Alba Parietti in un lungo post su Instagram in cui anticipa quelli che saranno i temi e i contenuti dell'intervista. La foto è impressionante. L'automobile è accartocciata sotto un autoarticolato:

Il 4 novembre 2004 un giorno dove la mia vita è finita e ricominciata . Un incidente drammatico ha sconvolto la mia vita. Uscire da quell’inferno quasi illesa , ha cambiato per sempre il mio modo di vedere la vita e la morte..un destino beffardo che mi porta in quel luogo in quel momento, poi mi “grazia “, come per magia . Io devo molto alla vita, oggi incontrerò con voi da @criparodi1 su @rai1official #ore 17 e 30 il mio soccorritore Alessio Guizzardi, uno dei tanti angeli del volontariato che rischiano la vita per salvare la nostra. Ci rincontriamo dopo14 anni da quella notte che ha cambiato la mia vita. È un esperienza difficile da raccontare per la delicatezza del tema. Perché rimanere vivi dopo un simile incidente provoca tante sensazioni, di euforia, di shock, deliri di onnipotenza e enormi sensi di colpa per chi non c’è l’ha fatta. Si chiama “ sindrome del sopravvissuto” . Perché non te ne liberi mai questo senso di colpa e di dovere qualcosa al proprio destino è un senso che ti accompagna sempre. Chi ha subito un danno ed è’ sopravvissuto è una persona diversa da prima e lo sa . Vi aspetto per condividere questo racconto ed esperienza. Forse può aiutarvi a riflettere . @albaparietti @laprimavolta_rai3

L'intervista a La prima volta

"Ci siamo trovati di colpo sotto un tir". Alba Parietti ha parlato in televisione di quel bruttissimo incidente, davanti a una Cristina Parodi assolutamente stupita: "Ricordo solo il rumore dei clacson e come un muro che ci è caduto davanti".

Ero completamente incastrata nella macchina. Non vedevo niente, se non i fari. Mi sono svegliata e non sapevo dov’ero. Mio figlio dopo un incidente, facendo riparare la macchina, ha fatto abbassare l’assetto di alcuni centimetri. Per pochissimo non ho avuto la peggio. C’era uno spazio minimo…