Continuano le polemiche che hanno investito Vittorio Feltri. Il direttore di Libero ha usato l'aggettivo "inferiori" per definire i meridionali. In queste ore, è intervenuto anche Al Bano. Ospite del programma di Rete4 Dritto e Rovescio, ha replicato alle dichiarazioni di Feltri e ha espresso il suo parere a riguardo.

Le parole di Vittorio Feltri sui meridionali "inferiori"

Ricordiamo che Vittorio Feltri, ospite del programma Fuori dal coro, ha dichiarato: "Molta gente è nutrita da un sentimento di invidia o di rabbia nei nostri confronti perché subisce una sorta di complesso di inferiorità. Io non credo ai complessi di inferiorità, credo che i meridionali in molti casi siano inferiori". Il senatore Sandro Ruotolo e lo scrittore Maurizio De Giovanni lo hanno denunciato. Feltri, a seguito della polemica, ha parlato di una strumentalizzazione delle sue parole. Su Twitter, ha precisato:

"Mi pare del tutto evidente che il Sud e la sua gente siano economicamente inferiori rispetto al Nord. Chi non lo riconosce è in malafede. L’antropologia non c’entra con il portafogli. Noto ancora una volta che le mie affermazioni vengono strumentalizzate in modo indegno".

La replica di Al Bano

Al Bano, in collegamento con il programma Dritto e Rovescio, ha spiegato di reputare assurdo che si faccia ancora una distinzione tra Nord e Sud. L'artista si ritiene italiano. Ama la terra in cui è nato e dunque il Sud, ma allo stesso modo è grato al Nord che gli ha permesso di coronare il suo sogno di vivere di musica. Ritiene che "i cretini" come "gli intellettuali" siano in tutta Italia. Chi parla di meridionali "inferiori" rimedia solo una figuraccia:

“Io sono italiano, dal Sud mi sono spostato al Nord, al Nord ho coronato tutti i miei sogni, il Nord è dentro di me. Non mi sento come qualcuno dice ‘inferiore’, ma neanche ’superiore’. Cretini ci stanno in un luogo e cretini ci stanno nell’altro luogo, intellettuali in un luogo e intellettuali nell’altro… ma stiamo ancora a parlare di Sud e di Nord? Sono punti geografici. L'intelligenza com'è da una parte, così è dall'altra. Quindi seguiamo la strada dell'intelligenza che fa bene a tutti. Poi se qualcuno vuole fare gli scoop dicendo ‘lì sono inferiori e qua superiori’ fa una figura da cacca, proprio… lui la fa!“.