Non c'è stato nessun effetto Matteo Salvini a "La Prova del Cuoco". I più maligni avevano ipotizzato che l'ormai stranoto selfie pubblicato da Elisa Isoardi, quello che ha dato inizio al gossip più chiacchierato della settimana, fosse servito alla conduttrice per risollevare gli ascolti del programma, ormai ai minimi termini. Così non è stato, perché solo lunedì 5 novembre c'è un sussulto, quando finalmente vengono superati gli 1.3 milioni di spettatori netti (1.37, per la precisione) per il 12.81% di share. È però un giorno in cui il diretto avversario "Forum" riesce addirittura a migliorare la sua media con 1.5 milioni di contatti netti. Dal martedì, "La prova del cuoco" scende di nuovo al 12.7% (1.290.000 contatti netti) mentre "Forum" fa record: 1.642.000 spettatori per il 20% di share. Ieri, mercoledì 7 novembre, il programma di Canale 5 fa segnare il 18% (1.4 milioni netti) e "La prova del cuoco scende ulteriormente con 1.237.000 spettatori per il 12.3%.

Andrea Lo Cicero inviato è un mistero

Come era stato anticipato, gli autori de "La prova del cuoco" avrebbero provato dei cambi alla struttura del programma proprio da questo 5 novembre. Il primo nome eccellente a farne le spese è stato Andrea Lo Cicero, sostanzialmente declassato da co-conduttore a inviato esterno in rvm, neanche in diretta in quindi. La settimana del povero incolpevole ex rugbista è stata nerissima. Inviato a Badia Tedalda, in provincia di Arezzo, per una serie di ricette casarecce, Lo Cicero appare sempre più fuori contesto e privo di una cura editoriale che sostenga la genuinità dell'idea. Si percepisce il raffazzonamento: gli rvm sembrano tutti girati in una unica giornata, non c'è mordente, manca l'interazione e inoltre è distinguibile la stessa frase, puntata dopo puntata, "Elisa, non sai cosa ti perdi" a cercare di chiudere il servizio per simulare un improbabile collegamento in diretta. Se voleva essere un tentativo per correre ai ripari…